Commenta

Palazzo Stanga sempre più 'a nuovo'Altri lavori per 3,3 milioni

palazzo-stanga-evid

Tre milioni di euro per riqualificare palazzo Stanga Trecco (via Palestro): questo quanto prevede il progetto preliminare approvato nei giorni scorsi dalla Provincia di Cremona.

I lavori, che costeranno complessivamente 3.300.000 euro, consistono nella sistemazione delle facciate, nell’adeguamento degli spazi interni, nel restauro dello scalone e nella ripavimentazione del cortile principale. Alla luce del costo elevato dell’intervento e vista la difficoltà di reperire le risorse per finanziare il progetto, l’amministrazione ha deciso di dividere i lavori in due lotti.

Il primo, per un costo complessivo di 1.400.000 euro, comprende i lavori sulle facciate (ad esclusione di quelle verso il giardino e verso le proprietà laterali), i lavori negli ambienti interni – in particolare al secondo piano, per rendere fruibili tutti gli spazi del Palazzo – una parte dei restauri interni (ad esclusione dello scalone d’onore), la ripavimentazione del cortile interno, e la predisposizione dell’impianto di climatizzazione. Secondo quanto stabilito dalla Provincia, il lotto 1 è da considerarsi prioritario in quanto consente il recupero funzionale degli uffici posti al secondo piano e la riqualificazione delle facciate che prospettano sul cortile principale e sulla Via Palestro.

Il secondo lotto, per complessivi 1.900.000 euro, comprende invece il restauro delle facciate su tutti gli altri fronti, lo scalone d’onore e completati i restauri interni e il recupero di tutti i locali del piano ammezzato e le cantine.

“Il presente progetto – si legge nella delibera provinciale – è finalizzato al completamento dei lavori di restauro e di recupero funzionale di tutti gli ambienti di palazzo Stanga Trecco, al fine di poterlo utilizzare, oltre che come sede dell’I.I.S. “Stanga”, anche per il Distretto culturale, gli Uffici del Servizio Turismo (sportello IAT) e per ospitare esposizioni di carattere permanente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti