7 Commenti

Caso Miglioracremona.it, l'assessore: 'Abbiamo già struttura, la potenzieremo'

evid-mc-viola

Sopra: l’assessore Viola, una veduta di Cremona e una schermata del sito Miglioracremona.it

Palazzo comunale, interpellato da Cremona Oggi, risponde sulla polemica legata a Miglioracremona.it, sito di cittadinanza attiva – impegnato nella raccolta di segnalazioni di disagi e problemi – che per bocca dell’ideatore Marco Ghirardi aveva lamentato l’assenza di collaborazione dell’Amministrazione (vedi link in basso).

La risposta del Comune arriva con una nota scritta, firmata dall’assessore alla Trasparenza Rosita Viola (tramite l’ufficio stampa l’assessore ha fatto sapere di essere impegnato e per questa ragione Cremona Oggi non ha potuto contattarlo direttamente). In poche parole l’assessore ribadisce che per motivi normativi non è stato possibile avviare una collaborazione. E assicura che con la futura attivazione del nuovo sito istituzionale del Comune l’attività di partecipazione dei cittadini sarà potenziata.

“In merito alle dichiarazioni del signor Marco Ghirardi – si legge nella nota dell’esponente della Giunta Galimberti – desidero rimarcare che il Comune non ha affatto ignorato la sua proposta. C’è stato un incontro e un confronto e diverse verifiche interne con i tecnici e gli uffici. Per una corretta informazione dei lettori, ritengo sia opportuno sottolineare che le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni avvengono quotidianamente attraverso alcune strutture preposte, tra le quali l’Ufficio per le relazioni con il pubblico”. “Tra le attività dell’Ufficio relazioni con il pubblico, indirizzate ai cittadini singoli e associati, rientra – prosegue la nota – l’esercizio dei diritti di informazione, di accesso e di partecipazione mediante anche l’ascolto dei cittadini. Con l’entrata in funzione del nuovo sito istituzionale del Comune di Cremona tale attività sarà potenziata. In sostanza il Comune già svolge, per legge, il servizio di raccolta dei reclami e delle segnalazioni che i cittadini inviano con nome, cognome e indirizzo. Il Comune, entro i tempi previsti dalla legge, fornisce sempre una risposta. L’iniziativa del signor Ghirardi seppur pregevole non può sostituire una funzione dell’agire amministrativo prevista per legge che intendiamo migliorare e potenziare”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Migliora Cremona

    VORREMMO RIVOLGERE MOLTE DOMANDE ALL’ASSESSORE VIOLA, PERO’ QUESTA VOLTA DAVANTI AD UN PUBBLICO. ACCETTA LA SFIDA ? ED IL SINDACO AVRA’ MODO DI ESSERE PRESENTE ?

    PER ANTICIPARE:
    Prima domanda: ci avete detto che il sito del Comune di Cremona non può pubblicare online segnalazioni, reclami, o suggerimenti, fatti dai cittadini per un discorso di privacy. Come volete risolvere questo problema legislativo ?

    Seconda domanda: il nuovo sito del Comune di Cremona, che come dice, state preparando quando sarà online ? Avete fatto un bando pubblico per la sua realizzazione ? Come potrà essere trasparente come miglioracremona.it visto che la legge ve lo vieta ?

    Terza domanda: ora che vi invieremo tutte le segnalazioni fatte a Miglioracremona.it all’URP in che modo risponderete ai cittadini cremonesesi ?

    QUESTE SONO SOLO ALCUNE DOMANDE CHE LE FACCIAMO. I CREMONESI ESIGONO DELLE RISPOSTE.

    MIGLIORA CREMONA

  • Facebook User

    classico esempio di divario tra cittadini e p.a., nonostante l’ottimo servizio già attivo e semplice di “miglioracremona.it” che evidenzia in modo schietto e diretto i veri problemi della città, viene alzata la solita barricata fatta di protocolli, privacy e stupidate varie….così non si andrà mai da nessuna parte.

  • Italiana

    Ma ci mancherebbe altro che un’amministrazione debba inseguire chiunque registri un sito! I canali di comunicazione devono essere solo quelli ufficiali, anche per non creare confusione

  • Patrizia Signorini

    L’iniziativa privata, seria e documentata, di segnalare situazioni meritevoli dell’attenzione comunale in quanto la loro soluzione è di competenza pubblica, mi pare un segno di civiltà, nonchè l’applicazione di quel concetto di “partecipazione” di cui la politica si è nutrita per decenni. Basta rispondere e intervenire con efficienza: mi pare semplice, sempre che la macchina amministrativa funzioni e risponda come è giusto delle proprie azioni o omissioni.

  • Sorcio Verde

    L’arroganza delle persone frutto degli 80 euro….

  • Il comune dovrebbe potenziare i comitati di quartiere, visto che è uno
    strumento già provato, a costo quasi zero e già inserito nell’apparato
    di gestione amministrativa comunale. Potrebbe sollecitare i comitati che
    non producono nulla. Esiste inoltre già una pagina all’interno del sito
    del comune che riporto:
    http://www.comune.cremona.it/PostCE-display-ceid-4072.phtml

    Tutti i quesiti posti giustamente da miglioracremona trovano risposta in
    qualche misura nel funzioni che dovrebbero avere già i comitati di
    quartiere.

  • Migliora Cremona

    Migliora Cremona vuole ringraziare apertamente Cremonaoggi.it e la redazione di Cremona1tv per il sostegno che sino ad ora ci hanno dato. Ci domandiamo come mai altri organi di informazione di Cremona, vedi il Quotidiano La Provincia, non abbia mai dedicato spazio o interesse, a livello comunicativo, al nostro progetto.
    Cordialmente Migliora Cremona Social