Commenta

Voto unanime per la nomina di Filippini a presidente della Libera

fil

Sopra, Filippini (foto Sessa)

Il nuovo presidente della Libera Agricoltori di Cremona è Pierluigi Filippini, votato all’unanimità dal Consiglio direttivo dell’associazione. Le elezioni si sono svolte nella mattinata di martedì. L’agricoltore cremasco 56enne resterà in carica per il quadriennio 2015 -2018. Pierluigi Filippini è medico veterinario e conduce, insieme al fratello Massimo, due aziende zootecniche orientate alla produzione di latte nei comuni di Fiesco e Montodine. Complessivamente la “Società Agricola Filippini Pierluigi e Massimo ss” conduce circa 200 ettari distribuiti su tre corpi aziendali, alleva circa 550 vacche in lattazione ed un migliaio di capi complessivamente. Nel proprio allevamento ha introdotto tecniche gestionali innovative come i robot di mungitura. Filippini è inoltre impegnato nel settore delle energie rinnovabili dal momento che è socio in una società che produce biogas ed energia elettrica a partire da rifiuti organici di origine urbana.

Appena nominato Filippini ha dichiarato di volere attivarsi per appianare alcune tensioni che si sono verificate tra i soci durante il periodo precedente le elezioni e di impegnarsi per mantenere la Libera ai vertici della struttura sindacale afferente a Confagricoltura.
Sul piano prettamente sindacale Filippini ha sottolineato il grave momento che sta attraversando l’agricoltura della pianura padana  e quindi le priorità massime del suo impegno saranno volte per cercare di superare il difficile momento economico che l’agricoltura sta vivendo. Da mettere subito al centro dell’attenzione il prezzo del latte, il difficile momento della suinicoltura e quello della cerealicoltura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti