Commenta

Festa dell'Unità d'Italia, Forze armate schierate sotto il Comune

unitad'italia-evid

Foto Sessa

Le Forze armate cremonesi hanno sfilato sotto Cortile Federico Secondo nell’ambito delle celebrazioni dell’Unità d’Italia. I reparti hanno iniziato a schierarsi intorno alle 15, seguiti dai medaglieri e dai labari delle associazioni combattentistiche e d’arma, nonché dei gonfaloni della Provincia e del Comune di Cremona. Molti i cittadini che, nonostante il maltempo, hanno voluto seguire la cerimonia, che inizialmente avrebbe dovuto svolgersi in piazza Duomo ma che è stata spostata all’ultimo momento sempre a causa della pioggia.

Il prefetto di Cremona, Paola Picciafuochi, nel suo messaggio ha ricordato che l’Europa e l’Italia dovranno affrontare “nuove forme di estremismo e fanatismo, che rischiano di investire anche il nostro Paese. Per questo dobbiamo essere pronti a contrastare le eventuali minacce”. E’ questa, secondo il Prefetto, “la nuova grande sfida delle Forze armate italiane”.

Il prefetto ha parlato anche dello Stato e di come deve cambiare: “Serve un deciso cambio di rotta anche dal punto di vista culturale – ha detto Picciafuochi -. Gli italiani hanno bisogno di uno Stato meno oneroso ma strutturato in modo da saper rispondere ai bisogni dei cittadini”.

La cerimonia si è conclusa si è conclusa con la deposizione di una corona dall’alloro alla lapide che riporta il Bollettino della Vittoria posta sotto i portici di Palazzo Comunale., seguita dall’ dell’ammaina bandiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti