Un commento

Verde, patrimonio da 2milioni di mq Solo per gli sfalci spesi 570mila euro

verde-mp

Ammontano a quasi 2 milioni di metri quadrati le aree verdi  nel comune di Cremona, di cui la metà parchi e aree verdi in generale, il resto costituito da banchine stradali (272mila mq); aree cimiteriali, 81mila mq; giardini scolastici, con ben 111.900 mq, aree boscate, di poco inferiori ai 100mila mq. Sono i dati forniti dall’Ufficio Serre nell’ultima commissione Ambiente del Comune. Ufficio a cui spetta la manutenzione del verde pubblico attraverso le cooperative (solo il verde cimiteriale viene gestito da un altro ufficio).

Le sole operazioni di sfalcio dell’erba sono costate nel 2013  665mila euro, mentre per l’anno che sta per concludersi lo stanziamento è stato ridotto a 570mila. Sei i lotti in cui è stata suddivisa la città, affidati ad altrettante cooperative sociali: Fuxia, Frassati, Eco Company, Prontoservizi, L’Arca, la Rotonda.

Undici invece le aree boscate sul territorio comunale. La maggiore è quella nell’area golenale del lungo Po, nota come una delle Grandi Foreste di pianura realizzate col contributo della regione, tra le Colonie Padane e la foce del Morbasco. 57 ettari realizzati tra 2003 e 2005, la cui manutenzione è in capo al Comune, come pure il bosco filtro Tamoil (6 ha), le isole – bosco tra Morbasco e Riglio, il bosco fiorito del parco al Po, il bosco filtro di Arvedi. Altre aree boscate sono invece di competenza del consorzio forestale padano: altre aree golenali per 8 ettari, il parco del Morbasco Sud, recentemente inaugurato tra via Chiese e via I maggio; la porzione cremonese del parco di interesse sovracomunale del Po e del Morbasco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • fabio foggetti

    Non è mai abbastanza il verde!