Commenta

Ascom, il nuovo presidente è l'orefice Fausto Casarin

ascom-evi

E’ Fausto Casarin il nuovo presidente dell’Ascom. Dunque si è sciolto in tarda serata il nodo della presidenza Ascom dopo le dimissioni di Claudio Pugnoli, presentate lo scorso 10 novembre, dopo essere stato sfiduciato nel corso dell’ultimo direttivo dell’associazione. Una decisione a cui l’ex presidente non si era arreso, arrivando addirittura a chiedere il commissariamento. Il nuovo presidente è un orefice con il laboratorio in via Aselli.

Dalle dimissioni la palla è passata in mano al presidente vicario, Sergio Vacchelli, che in questo mese ha lavorato per traghettare il direttivo verso la nomina del nuovo presidente. Una scelta non facile, in quanto in un primo momento pareva che non vi fosse nessuno disponibile a occupare la poltrona della presidenza. Una poltrona senza dubbio impegnativa: il nuovo presidente dovrà infatti recuperare il posto in Camera di Commercio, da cui Ascom era stata tagliata fuori inaspettatamente nel 2013. Ma anche ricompattare la base di un’associazione piuttosto sfilacciata.

Dopo un mese piuttosto intenso di incontri e consultazioni, in cui già erano stati fatti i nomi di un possibile nuovo direttivo (i consiglieri hanno proposto: Stefano Arisi, Andrea Badioni, Graziano Bossi, Fausto Casarin, Federico Corrà, Edoardo Fugazza, Emanuela Premi, Marco Stanga, Elena Superti), si è finalmente arrivati ad una quadra sul nome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti