Commenta

Differenziata in centro, Galimberti: "Nessuna marcia indietro: al via dal 2015"

differenziata

Nessuna marcia indietro sulla raccolta differenziata. Il Comune di Cremona chiarisce la situazione, dopo le voci circolate nei giorni scorsi secondo cui non ci sarebbero soldi per fare la differenziata porta a porta. “Stiamo lavorando con l’ente gestore proprio per l’incremento della differenziata porta a porta, che entro il 2015 sarà estesa anche al centro storico – ha detto il sindaco Gianluca Galimberti -. Non posso ancora dare tempistiche certe perché bisogna tenere conto di molteplici aspetti da risolvere, ma il progetto va avanti”.

“Siamo più che consapevoli – ha aggiunto l’assessore Maurizio Manzi, che sta lavorando sulla questione fianco a fianco con la collega Alessia Manfredini – che questa è una necessità per il Comune, innanzitutto perché, per quanto si tratti di un sistema più costoso, ci consentirà di incrementare i ricavi legati al riciclaggio dei materiali di recupero. Ma anche perché ci consente di ridurre il quantitativo di materiale da conferire all’inceneritore”.

Il problema più grosso è per Aem Gestioni, che estendendo la raccolta al centro storico “Dovrà mettere in atto un significativo cambiamento operativo” continua Manzi. Altro problema non da poco sarà quello della comunicazione: “Bisognerà studiare un modo efficace per spiegare ai cittadini le novità, affinché il cambiamento venga recepito nel miglior modo possibile – continua l’assessore -. Le vecchie abitudini non sono sempre facili da scalzare e servirà anche una giusta formazione sulle nuove modalità di raccolta”.

Intanto ci si guarda intorno, per capire cosa hanno fatto in altre città: “Stiamo interloquendo con altri comuni, che utilizzano modalità differenti per questo tipo di raccolta, in modo da capire quale sia la soluzione migliore per la nostra città” conclude Galimberti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti