Commenta

Sos Sordi: ecco il servizio di emergenza per i non udenti

app-sordi

Foto di Francesco Sessa

Da sinistra, il commissario capo Lelario e il presidente Schiavo

E’ già attivo a Cremona, ed è gratuito, il servizio di emergenza dedicato alle persone non udenti. Si chiama “SOS Sordi” ed è una applicazione per smartphone e tablet scaricabile da Internet e che permette di inviare alla Questura una richiesta di aiuto tramite un allarme sonoro corredata da dati personali e posizione gps. Il servizio è stato illustrato oggi pomeriggio dal commissario capo Nicola Lelario alla presenza del presidente dell’Ente provinciale sordi Alfonso Schiavo e del vice comandante della polizia municipale Roberto Ferrari che nella lingua dei segni ha tradotto a Schiavi quanto detto in conferenza stampa.
Sviluppata dall’Ente nazionale sordi (realizzazione tecnica a cura di Nd Planet) in sinergia con la Direzione Affari Generali del Ministero dell’Interno a cui ha aderito l’ACI con ACI Global, l’app SOS Sordi rientra nell’omonimo progetto che ha come obiettivo la creazione di un servizio unificato per la richiesta di soccorso e di gestione delle emergenze per le persone sorde.
Il progetto si pone come obiettivo a lungo termine la creazione di un sistema unico per la gestione delle emergenze per le persone sorde a livello nazionale, un sistema complesso che si intende pertanto attuare per step con il coinvolgimento progressivo delle singole Prefetture e che si porrà in linea con le esigenze di adeguamento normativo al numero di emergenza unico a livello europeo “112”.
Il progetto ha fatto altresì tesoro delle diverse esperienze analoghe già avviate dall’ENS a livello locale attraverso le Questure con i progetti “Un SMS per la vita”, “I Need Help” e altre iniziative analoghe.
Il sistema permette alla persona sorda di inviare una richiesta di aiuto consentendo, al tempo stesso, la geo-localizzazione della persona. È possibile inoltre fornire i nominativi di familiari, interpreti LIS o altri referenti da contattare in caso di necessità.
È fondamentale garantire piena autonomia ai cittadini sordi e accesso alla comunicazione in ogni contesto, in special modo in situazioni di difficoltà e di emergenza, condizioni in cui i sordi ancora oggi incontrano grandi problemi e isolamento. Difficoltà che possono veramente essere superate attraverso la buona volontà, una buona progettazione e risorse tecnologiche che non incidono in maniera significativa sui costi di gestione, in quanto oggi alla portata di tutti noi.

I passaggi da seguire per attivare il servizio: CLICCA QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti