Commenta

Lotta ai tumori Donati 20mila euro ad associazione Arco

arco-evid

Doppio regalo di Natale per Arco, l’associazione presieduta da Matteo Tedoldi che attraverso un’intesa attività di fund raising sta allestendo buona parte dell’unità di Terapia Molecolare e Farmacogenomica, inaugurata lo scorso 15 settembre, a servizio dei medici e dei pazienti impegnati nella lotta contro i tumori dell’ospedale di Cremona. Qualche giorno fa è stata l’azienda bresciana Sacchi Elettroforniture a devolvere 2000 euro, destinati all’acquisto del “QBIT”, strumento essenziale, di ultima generazione,  per la valutazione ultraprecisa della qualità e quantità del DNA e RNA dei tessuti tumorali.

Inoltre  l’Aica (Associazione dei Italiana Concessionari Auto) – Sezione di Cremona, ha donato 18.000 euro che saranno destinati all’acquisto di 6 pompe per infusione di chemioterapici da allocare alle 6 poltrone presenti nell’Unità. La particolarità di questi infusori è che ogni procedura è controllabile via WI-FI con un monitoraggio e registrazione simultanea sempre più corretta del farmaco di ricerca. Cremona diventerebbe il secondo centro in Italia a ricevere automaticamente in funzione wireless la prescrizione del medico dal suo ambulatorio mentre vista il paziente alla pompa di infusione, aumentando la sicurezza per il paziente in corso di utilizzo di farmaci sperimentali e quindi molto particolari.
Inoltre si procederà all’acquisto di un estrattore automatico di nuova generazione per il DNA così da permettere agli operatori di procedere con più rapidità nelle fasi di una diagnosi mirata per ogni singolo paziente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti