Commenta

Treno capoluoghi e diesel sulla Cr-Bs, lettera al nuovo assessore regionale Il Comune chiede incontro entro gennaio

evid-t

I molti problemi riguardanti i collegamenti ferroviari di Cremona sono finiti in una lettera del Comune indirizzata al nuovo assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Alessandro Sorte, una lettera in cui viene chiesto un incontro entro gennaio e si lancia l’idea di svolgere “le prossime riunioni sui quadranti ferroviari nei rispettivi territori” per far conoscere da vicino a Sorte le “proposte delle amministrazioni locali e le esigenze dei tantissimi pendolari”.

La lettera è firmata dal sindaco di Cremona Gianluca Galimberti e dall’assessore comunale al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini. “L’intento dell’Amministrazione comunale, come era emerso nell’incontro pubblico di sabato, è chiaro – si legge in una nota diramata da Palazzo del Comune -: tenere viva l’attenzione su un tema delicato, che tocca da vicino numerosi cittadini, dopo  il passaggio di consegne tra l’ex assessore regionale Cavalli, con il quale erano già stati avviati proficui confronti, e il suo successore Alessandro Sorte. I punti sui quali confrontarsi sono ben precisi: la linea Milano-Cremona-Mantova, da anni afflitta da ritardi e disservizi, la Cremona-Brescia, lungo la quale circolano ancora treni diesel, i collegamenti con l’Emilia Romagna, attualmente relegati al trasporto su gomma”.

“Nella lettera – si legge nella nota dell’Amministrazione, con lettera allegata – viene messo in evidenza che, lo scorso mese di ottobre, è avvenuto in Regione un confronto sulla linea Milano-Cremona-Mantova che ha visto per la prima volta seduti ad un unico tavolo i rappresentanti dei Comuni di Cremona, Lodi e Mantova. Un incontro dalla quale è emersa la disponibilità, da parte di Regione Lombardia, in vista di Expo 2015, di richiedere a Trenord la fattibilità di un treno dei capoluoghi, in sostanza un collegamento veloce con fermate Lodi, Cremona e Mantova. Una richiesta andata a buon fine dal momento che, nei giorni scorsi, è arrivata la conferma della fattibilità di questo collegamento anche se solo la domenica, con una corsa verso Milano la mattina e una di ritorno a Mantova nella tarda serata. Il sindaco Galimberti e l’assessore Alessia Manfredini chiedono un approfondimento sugli aspetti tecnici: la volontà è che la proposta risulti migliorativa in entrambe le direzioni, Milano da una parte, Lodi, Cremona e Mantova dall’altra”.

“All’assessore regionale Sorte  – prosegue la nota – viene inoltre chiesto un confronto sugli interventi previsti dal protocollo d’intesa, sottoscritto a luglio tra Trenord, RFI e Regione Lombardia, così da potere entrare nel merito della tipologia delle misure verificando la tempistica. Non meno urgenti sono gli altri punti che vengono citati nella lettera, ad iniziare dai treni diesel che ancora circolano sulla linea Cremona-Brescia, convogli che risultano carenti sia da un punto di vista della sicurezza e del comfort, sia dal punto di vista dell’inquinamento atmosferico in un territorio, come il nostro, già sofferente sotto questo punto di vista. Da qui la necessità di conoscere l’iter che dovrebbe portare alla sostituzione di questi treni. Vi è infine il nodo dei collegamenti tra Cremona e l’Emilia Romagna che ad anni avvengono ormai soltanto su gomma. Sindaco ed assessore ritengono sia necessario trattare anche questa per capire se esistono margini almeno per un miglioramento degli orari. Le questioni sul tavolo sono dunque molteplici e complesse, per questo motivo la lettera inviata all’assessore regionale Alessandro Sorte si chiude con l’invito a svolgere le prossime riunioni sui quadranti ferroviari nei rispettivi territori”. “Questo le permetterebbe – scrivono il sindaco Galimberti e l’assessore Alessia Manfredini – di conoscere da vicino le proposte delle amministrazioni locali e le esigenze dei tantissimi pendolari che da quei territori, spesso con enormi difficoltà, si spostano per studio o per lavoro”. E la proposta è di iniziare da Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti