Commenta

Parte un colpo di pistola Guardia giurata ferisce la madre

pistola

VAIANO CREMASCO – Stava pulendo l’arma che ha in dotazione per lavoro quando è partito un colpo che ha ferito la madre. E’ successo poco prima delle 14 in un’abitazione di Vaiano Cremasco. Sul posto, oltre a un’ambulanza del 118 di Crema, che si è occupata della persona ferita, una donna di 61 anni, anche i carabinieri della stazione di Bagnolo che hanno prelevato il figlio, una guardia giurata di 33 anni e lo hanno portato in caserma per interrogarlo. Secondo la versione della guardia giurata, oggi intorno alle 13.30 si sarebbe messo a pulire la pistola per essere pronto per andare al lavoro. L’operazione di pulizia è stata fatta in cucina, mentre la madre stava rassettando il locale. A un certo punto dall’arma, una calibro 9, è partito un colpo che ha centrato la donna a una spalla. Il proiettile, sparato da una distanza molto ravvicinata, le ha perforato una spalla ed uscito dall’altra parte. Immediatamente il figlio ha chiamato il 118, spiegando quel che era appena accaduto. Un’ambulanza si è precipitata nell’abitazione della famiglia e ha prontamente soccorso la donna, che è stata portata nell’ospedale di Lodi. Contemporaneamente nella casa sono arrivati i carabinieri di Bagnolo, a loro volta avvertiti dal 118. I militari hanno prelevato la guardia giurata che sin dal primo momento ha collaborato fattivamente. L’uomo, una volta in caserma, ha spiegato come è accaduto l’incidente. Non ci sono motivi di credere che non si sia trattato realmente di un fatto casuale, sentito il racconto dello sparatore, anche perché non ci sono motivi di acredine in famiglia e nulla fa ritenere che il colpo sia stato sparato volontariamente. Peraltro anche la madre ferita, sentita immediatamente subito dopo il fatto, avrebbe confermato la versione del figlio. In definitiva, al momento la guardia giurata non è ancora iscritta nel registro degli indagati, anche se con ogni probabilità dovrà essere denunciato per lesioni colpose, anche se la madre ha già riferito di non voler sporgere alcuna denuncia. Per quanto riguarda la donna, resta ricoverata in ospedale in osservazione. Non sarà necessario alcun intervento, in quanto la pallottola è uscita autonomamente. I medici, comunque, controllano che non insorgano infezioni.

Pier Giorgio Ruggeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti