Commenta

Pericolo caduta ghiaccio dai tetti, ordinanza sindaco: 'Mettere in sicurezza'

evid

Firmata dal sindaco Gianluca Galimberti un’ordinanza sull’emergenza per il rischio di caduta di lastre di neve ghiacciata dai tetti dei palazzi. L’ordinanza stabilisce l’obbligo di mettere in sicurezza gli immobili interessati dalla possibile caduta dalle coperture “adottando tutti i provvedimenti necessari quali, ad esempio, monitoraggi continui e puntuali delle coperture, transennamento dell’area interessata da eventuale cadute di lastre di neve ghiacciata e, se possibile, l’immediata rimozione della neve”, spiegano da Palazzo comunale.

“Il brusco abbassamento delle temperature seguito all’eccezionale nevicata verificatasi tra il 5 e il 6 febbraio ha determinato la formazione di ghiaccio e lastre di ghiaccio anche sui tetti delle case. Le variazioni diurne e notturne delle temperature di questi giorni provocano il parziale scioglimento della neve ghiacciata provocando la caduta in strada e sui marciapiedi o comunque in aree di passaggio pedonale o veicolare di queste lastre di ghiaccio, mettendo a rischio l’incolumità delle persone – sottolinea l’Amministrazione -. Da qui l’ordinanza contingibile ed urgente a salvaguardia delle pubblica e privata incolumità. Agli agenti della polizia locale è demandato il compito di verificare il rispetto di quanto disposto”.

Non si fermano gli interenti di sgombero sulle strade: “Nel frattempo – aggiungono infatti da Palazzo comunale – proseguono gli interventi da parte del Comune e di Aem Gestioni volti soprattutto a liberare dai cumuli di neve gli incroci e alcuni punti critici per assicurare la sicurezza viabilistica. Considerate particolari situazioni di difficoltà, si è operato anche per consentire l’accesso ad alcuni attività commerciali. Continua inoltre la messa in sicurezza delle piante: numerosi sono infatti gli alberi danneggiati anche a causa del forte vento che ha accentuato l’effetto del peso della neve”.

In mattinata l’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e il dirigente del Settore lavori pubblici Marco Pagliarini hanno compiuto un sopralluogo nelle aree dove è stata ammassata la neve: piazzale Atleti Azzurri d’Italia, zona adiacente al Parco al Po e alle Colonie Padane: “I cumuli hanno raggiunto dimensioni notevoli, a dimostrazione della quantità di neve caduta e poi rimossa in questa giorni da strade e parcheggi pubblici. Considerata l’eccezionalità della situazione, il Comune, rinnovando il proprio ringraziamento ai cittadini che, con encomiabile senso civico, si sono attivati in questo particolare frangente, invita ad avere pazienza in quanto si sta facendo il possibile per ripristinare le condizioni di normalità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti