Commenta

'Chitarre a geometrie variabili': concerto all'auditorium Arvedi

chitarre-geometrie-evid

‘Chitarre a geometrie variabili’: questo il titolo del concerto dell’Ensemble di chitarre del Conservatorio Donizetti di Bergamo (direzione e concertazione Luigi Attademo), che si terrà al Museo del Violino (Auditorium Giovanni Arvedi) domenica 22 febbraio. “Andres Segovia diceva ‘due chitarre insieme sono un problema, tre chitarre sono un errore’ – racconta Attademo -. Questa è la sfida che abbiamo voluto raccogliere progettando concerto fatto solo di chitarre che suonano insieme, con formazioni che vanno dall’ensemble al duo, cercando di superare i problemi e non commettere errori. Attraverso questo lavoro i ragazzi hanno potuto sviluppare sul proprio strumento un’attitudine verso la musica d’insieme, che il fondamento della formazione di un musicista. Suonare insieme significa imparare ad ascoltare, sviluppare una sensibilità verso chi condivide lo stesso percorso e le stesse ambizioni. E significa affrontare, nello stesso tempo, i mille problemi che il repertorio cameristico implica. Questo è stato dunque un percorso di scoperta delle proprie capacità relazionali, mettendosi in gioco di fronte agli altri con generosità, per sviluppare la conoscenza delle potenzialità espressive dell’universo “chitarra” in tutte le sue declinazioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti