Commenta

Crisi, nel 2014 in provincia di Cremona scomparse quasi 200 imprese artigiane

evid-imprese

Scomparse circa 200 imprese dell’artigianato in provincia di Cremona nel 2014. E’ il bilancio natalità-mortalità delle attività del settore diffuso da Unioncamere sulla base di Movimprese, la rilevazione condotta da Infocamere. “Per le imprese artigiane – si legge nel riassunto dei dati nazionali – il 2014 è stato un altro anno da consegnare alla crisi anche se, rispetto al 2013, si attenua la durezza della selezione che da ormai sei anni sta assottigliando il comparto. A fine anno il saldo tra iscrizioni (88.498) e cessazioni (108.891) è stato negativo per 20.393 unità, un dato comunque migliore rispetto al record negativo del 2013, quando furono quasi 28mila le imprese artigiane che chiusero i battenti”. Nel territorio cremonese 469 iscrizioni e 665 cessazioni, che significano un saldo negativo di 196 unità (tasso di crescita a -2,08%). Rallentamento della crisi rispetto al 2013, quando in provincia il saldo negativo era di 318 unità (540 iscrizioni, 858 cessazioni, tassi di crescita a -3,26%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti