Commenta

'Aspettiamo ancora risposte dal Comune' Comitato quartiere Po 'stanco e a disagio'

evid-po

Nella foto, l’incontro pubblico del 20 gennaio con il sindaco

Il direttivo del comitato di quartiere della zona Po si dice “stanco delle mancante risposte fattive” da parte dell’Amministrazione comunale e ha deciso di “comunicare pubblicamente il proprio disagio” e chiedere così al Comune di attivarsi per risolvere i problemi della zona. Problemi diversi, tra cui “spicca per importanza e urgenza la messa in sicurezza della viabilità del quartiere”. Tutto questo si legge in una nota diramata dal direttivo.

“Il direttivo si è riunito qualche giorno fa e, come ogni mese, dopo aver fatto una analisi dei fatti accaduti nel quartiere, delle problematiche emerse, ha constatato che nulla è stato fatto dall’Amministrazione per risolvere le problematiche. Non è rimasto che appurare, per l’ennesima volta, che nulla è cambiato e che nessuna delle richieste fatte al sindaco l’estate scorsa, e ribadite nell’incontro pubblico del 20 gennaio, è stata accolta”, si legge.

Prosegue la nota: “E’ rimasto il ricordo di una serata interessante, in cui abbiamo incontrato il primo cittadino e la Giunta al gran completo: abbiamo apprezzato la cordialità, schiettezza e spontaneità dal professor Galimberti, ma non ci è sfuggito che, a fronte delle nostre precise richieste, le risposte e i progetti presentati dagli assessori sono stati quantomeno poco attinenti e rispondenti alle richieste fatte”.

I problemi: “Tante le problematiche rilevate nel quartiere, inoltrate al sindaco in settembre, che necessitano di interventi. Fra loro spicca per importanza e urgenza la messa in sicurezza della viabilità del quartiere, da rivedere e pensare secondo una logica di ‘protezione’ delle fasce più deboli che popolano il quartiere: bambini e anziani. Come direttivo abbiamo già ribadito la necessità di rivedere la viabilità in alcune vie, e di alcuni sensi unici per ragioni di sicurezza. Ora il nostro compito è stato svolto; attendiamo perciò che venga realizzato. Strettamente legato al problema della sicurezza stradale vi è la necessità di intervenire con urgenza al ripristino della segnaletica, orizzontale e verticale delle piste ciclabili e non solo. In questi mesi sono stati ridipinti solo gli stalli di parcheggio riservati ai portatori di handicap. L’estate è ormai alle porte e le piste ciclabili del quartiere Po sono di ‘servizio’ a tutti i cittadini cremonesi, non solo ai residenti del quartiere, collegando il centro alle canottieri e al fiume Po”.

L’appello: “Scoraggiati quindi dalla mancanza di risposte fattive alle nostre richieste, comunichiamo il nostro disagio a ricoprire il ruolo di comitato di quartiere e chiediamo quindi pubblicamente alle autorità competenti di procedere senza indugi nella realizzazione di un nuovo piano viabilistico che tenga conto delle criticità più volte segnalate ed a provvedere alla manutenzione di strade e marciapiedi, aggravata ancor più dalla nevicata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti