Commenta

Il viceministro Bubbico: 'Qui sicurezza garantita E Governo vuole investire'

e

Sopra, il viceministro tra il prefetto Paola Picciafuochi e il senatore Luciano Pizzetti (foto Sessa)

“La capacità delle forze di polizia, il modo in cui sono dirette e lo spirito di abnegazione del personale permettono di dare segnali di tranquillità. Rilevata la carenza di organico. Il Governo è impegnato a riaprire un ciclo di investimenti sul tema della sicurezza”. Sono i passaggi chiave delle dichiarazioni rilasciate dal viceministro del’Interno Filippo Bubbico dopo la seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza a cui ha partecipato in Prefettura lunedì pomeriggio, dalle 16,30 alle 18,15 circa. Una riunione a cui ha preso parte pure il sottosegretario del Ministero per le Riforme costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, il senatore cremonese del Pd Luciano Pizzetti.

Bubbico (esponente del Partito democratico, in città anche per un incontro pubblico promosso dal Pd di Cremona su democrazia, legalità e antifascismo dalle 21 in sala Zanoni) ha parlato di “dato rassicurante” dopo l’assemblea in Prefettura: “Le istituzioni di livello nazionale e locale sono solide qui. La Prefettura e le forze di polizia sono ben dirette. C’è voglia di garantire sicurezza in una realtà che appare tranquilla me che vive non poche criticità. Esiste comprensione dei pericoli e c’è la capacità per agire”. “Si è preso atto della necessità di coordinamento delle istituzioni per rispondere alla domanda di sicurezza – ha aggiunto -. Rilevata la carenza di personale ma la carenza è coperta dallo spirito di abnegazione. Importante il coordinamento per impiegare le forze di polizia su punti significativi, contro la minaccia terroristica e i reati predatori e per impedire che un cancro come le mafie, come la ‘ndrangheta, possano radicarsi. Qui c’è grande capacità nelle forze di polizia. L’esperienza e la capacità ci confortano”.

Tornando alla questione della situazione non semplice dell’organico delle forze dell’ordine, polizia in particolare: “Fino a tre anni fa il turnover era bloccato e non c’era ricambio dopo i pensionamenti (adesso il ricambio è parziale, ndr). Il Governo è impegnato a riaprire un ciclo di investimenti per garantire la sicurezza. E’ impegnato a riaprire un ciclo di investimenti in un momento di difficoltà. Ma lo spirito di abnegazione del personale ci permette comunque, oggi, di dare segnali di tranquillità”. Dal viceministro Bubbico anche qualche parola sul corteo degli antagonisti degenerato in violenza il 24 gennaio a Cremona, davanti al quale hanno lavorato per ore le forze dell’ordine: “Evento gestito nel miglior modo possibile. Una situazione governata con sapienza”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

Foto Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti