Commenta

Vanoli ancora sconfitta anche Roma passa al Palaradi: 71-74

pancotto-evid

La Vanoli Cremona sconfitta al PalaRadi dall’Acea Roma 74-71 non è riuscita ad interrompere la serie negativa che ora dura da quattro giornate. La gara è stata parecchio intensa ed i biancoblu hanno pagato nel finale la fatica commettendo errori al tiro risultati decisivi. Qualche giocatore sta accusando un periodo di flessione e l’assenza di Hayes si è fatta sentire. Nel quintetto iniziale di Cremona coach Pancotto mette Nicola Mei che ha disputato una positiva prestazione nell’arco dei 40 minuti. Due triple per Roma che si porta sul 8-5 al 3′. Vitali risponde dalla lunghissima distanza ed impatta ma sono i giallorossi a riportarsi in testa con “bombe” di Freeman. 16-10 all’8′ . Clark con quattro canestri consecutivi ribalta la situazione sul 18-16 al 10′. Svarioni difensivi dell’Acea Roma e Mei ne approfitta per andare libero a canestro in “entrata”: la Vanoli conduce 22-16 costringendo al time-out Dalmonte. Gli ospiti assestano gli schemi tattici e colpiscono da tre punti con Ejim, D’Ercole e De Zeeuw (2) e si riportano al comando. Il match prosegue sui binari dell’equilibrio rotto da un “tecnico” fischiato a Ebi per proteste sfruttato bene da Clark (tre tiri liberi). Subito dopo una “bomba” di Vitali per il 39-33 all’intervallo. Le due contendenti commettono parecchi errori al tiro ma Roma al 25′ pareggia con tripla di Stipcevic. Al 30′ gli ospiti sono avanti 54-52. Ebi, tecnicamente non bello da vedere, si fa sentire sotto canestro e porta i suoi a più sei al 35′ 59-65. La Vanoli è a meno uno al 37′ (67-68). Ad 1’50” dalla sirena finale errore di Vitali ma Roma avanti sempre di un punto non ne approfitta. A 20” dalla sirena medesima situazione Vitali sbaglia a 4 secondi dall’epilogo e sul capovolgimento di fronte fallo su Freeman che va in lunetta e chiude il discorso. Il sodalizio di Aldo Vanoli ha perso un’altra chance per la corsa ai play-off ma tiene a medesima distanza Caserta per il discorso salvezza.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti