Commenta

Una rete di piste ciclabili per collegare tutta la città: pronta la bozza del Biciplan

biciplan-evid

E’ finalmente pronta la bozza del Biciplan, quella rete di piste ciclabili che nelle ambizioni della Giunta dovrebbe collegare città e periferie e fare il giro del centro storico. Un progetto ambizioso che per ora è solo in stato embrionale, ma su cui l’amministrazione sta lavorando sodo. Si tratta, sostanzialmente, di collegare tra loro i tratti di piste ciclabili ora esistenti, al fine di dargli continuità, ma anche di realizzarne alcune nuove. Come ad esempio quella di via Mantova, che percorrerà anche tutto il quartier Zaist. O ancora quella tanto attesa di Cavatigozzi. Altre, che per ora sono solo spezzoni, verranno completate, come quella di via del Sale, quella del Migliaro o quella di via Giuseppina. E ancora: quella del Lungopo (nell’ambito del progetto Vento); quella di via Sesto, fino a Picenengo; quella del Cambonino fino a Castelverde; quella del Boschetto, quella di via Brescia, quella del Maristella (via Persico); quella di San Felice (via Postumia); quella di Bagnara (via San Rocco); quella del Bosco Ex Parmigiano; quella di via del Sale; quella di viale Po; quella di via Trebbia. Vi saranno poi un ring interno e un ring esterno, il primo per fare il giro del centro storico, il secondo che racchiuderà invece un’area più vasta della città.

Il Biciplan approderà in Commissione mercoledì 1 aprile alle ore 17.30, quando l’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e il consigliere di Sel Filippo Bonali faranno con i consiglieri il punto della situazione. In particolare verranno illustrati: la planimetria di una possibile rete delle ciclabili principali che andrebbero realizzate per incentivare gli spostamenti quotidiani; schede descrittive di alcune di queste ciclabili; una lista di accorgimenti utili a migliorare la vivibilità del ciclista urbano; accenni ad un piano di comunicazione.

Verranno, inoltre, esposti il percorso intrapreso, gli obiettivi e soprattutto le possibilità di interazione sul tema per consiglieri comunali e cittadini.

“Non è di certo un punto di arrivo, bensì una partenza – è la dichiarazione del Consigliere Bonali – Molte decisioni sono ancora da prendere insieme ai cittadini dentro un necessario percorso partecipato che consentirà di ottenere un risultato coerente con le aspettative dei futuri “ciclisti”. La commissione ci consente di cominciare a condividere il tanto lavoro fatto a favore della elaborazione del primo piano della ciclabilità per la città di Cremona, coerentemente con le linee di mandato”.

Alla commissione seguiranno incontri specifici con i direttivi dei comitati di quartiere per discutere di singole ipotesi di piste ciclabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti