Commenta

Oltre 1200 giovani alla ricerca di lavoro Bilancio di un anno per l'Informagiovani

lavoro-evid

Sono stati 1.284 i giovani che si sono rivolti nel 2014 allo Sportello Lavoro dell’Informagiovani del Comune di Cremona, di cui  1.219 hanno partecipato a interventi di II livello cioè di approfondimento con gli operatori di orientamento incaricati del supporto nella redazione di un progetto professionale personalizzato (le altre a incontri di gruppo). Questi alcuni dati esposti dalla responsabile del servizio, Carmen Russo, in Commissione istruzione.
Le consulenze per la ricerca del lavoro rappresentano circa il 90% degli interventi individuali a sportello. L’età media delle persone che aderiscono alle iniziative di consulenza personalizzata è di 29 anni, mentre l’età media più alta si registra per il sistema dotale (insieme di strumenti formativi, di orientamento, di accompagnamento che la persona può utilizzare nei momenti più importanti del proprio percorso di istruzione, formazione e lavoro). 24 anni è l’età media degli utenti che chiedono informazioni per Garanzia Giovani, l’età media più bassa, 21 anni, si registra per i colloqui sulle mobilità internazionale.
Per quanto riguarda la cittadinanza, le persone che si rivolgono allo Sportello Lavoro sono per il 60% italiani, 26% extracee, 14% originari di Paesi comunitari. Nei colloqui legati al sistema dotale lavoro gli italiani sono il 95%; nei colloqui al lavoro sono il 91%. Gli interventi in cui si registra la percentuale più bassa di italiani (45%) sono il supporto alla redazione del curriculum (dove si registra un 36% di extracee e il 19% di cittadini comunitari). Interessanti anche i dati riguardanti lo stato di occupazione:  70% disoccupato, 16% inoccupato, 11% occupato, 2% studenti, 1% altro (cassa integrazione e mobilità).
Nei mesi di gennaio-febbraio 2015 116 sono state le persone supportate nella stesura dei curricula, 57 le persone che hanno sostenuto colloqui individuali di orientamento al lavoro, 8 i colloqui di orientamento alla mobilità internazionale. Dati che fanno registrare un + 8% rispetto al primo bimestre 2014.

Il data base CvQui, in collaborazione con Associazione Industriali, ha visto nel 2014 1.396 utenti registrati (erano 543 nel 2013) e 943 validati, 74 aziende attive (673 registrate), 232 gli annunci di aziende.

Aprendo i lavori della commissione presieduta da Santo Canale, la vice sindaco Maura Ruggeri, ha rilevato che dai dati attuali la situazione occupazionale a Cremona è preoccupante, rispetto a qualche anno fa, anche se questi dati sono in linea con la media regionale. Situazione quindi preoccupante, ma non drammatica, rispetto agli indici regionali e nazionali.
“Il focus di oggi – ha precisato la vice sindaco – ha lo scopo di vedere quali interventi sono in campo per contrastare il fenomeno della disoccupazione ed aiutare i giovani nell’orientarsi verso il mondo del lavoro”. “Bisogna promuovere il rilancio dell’economia locale – ha aggiunto Maura Ruggeri – creare nuovi posti di lavoro per i giovani, sui quali bisogna prioritariamente investire. Uno strumento può certamente essere l’A.Q.S.T. (Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale) con Crema e Casalmaggiore, rilanciato in questi giorni. Vi è poi la necessità di favorire le occasioni di incontro tra i giovani e il mondo del lavoro. Ma il tema fondamentale da approfondire è soprattutto l’orientamento, cerniera tra la scuola e il lavoro.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti