Commenta

Via Tibaldi senza auto ma con i bus urbani Definita viabilità

tibaldi-evid

Dopo tanti dibattiti, è stata definita la nuova viabilità di via Tibaldi. Si prevede accesso limitato alle auto ma con il transito dei bus urbani e limite di velocità a 20 km/h. Una risposta che il Comune  ritiene efficace  per rispondere alle problematiche presentate all’Amministrazione dai residenti, che riduce numero e pericolosità dei transiti e garantisce comunque il passaggio dei bus.
Da oggi l’accesso in via Tibaldi è consentito esclusivamente al trasporto pubblico locale, alle proprietà laterali, ai velocipedi, ai veicoli ad emissione zero aventi ingombro e velocità tali da poter essere assimilati ai velocipedi, ai taxi, ai veicoli autorizzati, ai veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie muniti di contrassegno di parcheggio per disabili, per le operazioni di carico/scarico con sosta negli appositi stalli.
“Dopo approfondimenti, sopralluoghi e confronti con i residenti, in coerenza con il nuovo piano della sosta e della mobilità che la Giunta ha cominciato ad affrontare, si è voluto in questo modo dare un segnale chiaro e concreto sulla viabilità della zona, oltre che di attenzione alle esigenze dei residenti”, è la dichiarazione dell’Amministrazione. “A seguito dei sopralluoghi degli Assessori Alessia e Barbara Manfredini, degli incontri e delle opportune verifiche, sentiti i pareri tecnici degli uffici Mobilità e della Polizia Locale, abbiamo ritenuto di attivare questo provvedimento che limita il traffico nella via, consentendo però il transito dei bus, servizio molto utilizzato da residenti e turisti, date le vicinanze con il Museo del Violino. Tra le novità per la via, anche un’ulteriore messa in sicurezza dell’accesso all’asilo Gallina e all’Auser”.

Intanto, in tutta la città i tecnici di Aem stanno rinfrescando la segnaletica orizzontale, compresi i cosiddetti ‘stalli rosa’, già rifatti in piazza Libertà, piazza Cadorna e parcheggio sopraelevato di via Dante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti