Commenta

Odissea sui binari: pendolari bloccati per oltre un'ora a Codogno

Un mercoledì nero per i pendolari delle tratte che viaggiano tra Mantova, Cremona, Treviglio e Milano. Se già la mattinata non era stata delle più tranquille, con ritardi fino a 30 minuti a causa di un guasto verificatosi all’altezza di Madignano, il vero caos è scattato nel pomeriggio, quando un treno sulla Milano-Piacenza che si è fermato a Codogno a causa di un guasto, ha provocato una serie di ritardi e di problemi.

Il guasto del treno, intorno alle 18, ha infatti provocato una serie di ritardi a catena (ad esempio i 60 minuti di ritardo per il Codogno-Cremona delle 19 o i tra quarti d’ora di ritardo per il Milano-Cremona-Mantova delle 18.20) e il blocco di un altro convoglio, rimasto incastrato sui binari per oltre un’ora dietro a quello guasto. Con i pendolari fermi per un’ora e mezza sulle carrozze, senza ricevere informazioni in merito a quanto accaduto, ovviamente furiosi ed esasperati.

Molti i commenti di rabbia apparsi sui social, da parte di pendolari rimasti a piedi e scesi in mezzo ai binari per cercare di capire cosa fosse accaduto. “E’ vergognoso ed imbarazzante vedere la gente scendere in mezzo ai binari, denota delle grosse falle nel sistema di trasporto, chiederò conto a trenord” scrive un viaggiatore su Facebook.

“Più che altro credo sia scandaloso che nessuno abbia informato i passeggeri sul guasto dopo 40 minuti di treno fermo sui binari” aggiunge un altro pendolare.

Sembra, inoltre, che i passeggeri del primo treno, quello che si era guastato, abbiano dovuto fare un chilometro a piedi sulle rotaie per raggiungere la stazione di Codogno, in quanto il convoglio si era guastato poco prima dell’ingresso in stazione.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti