Commenta

Protesta degli studenti contro l'Invalsi: 'Sistema non accettabile'

Pochi ma determinati: gli studenti che si sono radunati nella mattinata di martedì di fronte al Liceo Scientifico Aselli per protestare contro i test Invalsi hanno voluto confrontarsi in un dibattito pubblico sulle problematiche della scuola. “Siamo in pochi perché molte scuole hanno impedito agli studenti di partecipare” fanno sapere i manifestanti.

Seduti a terra, sotto un gazebo, non si sono sottratti al confronto, portando alla luce numerosi temi caldi. A partire proprio dall’Invalsi: “Il problema principale sono i criteri di valutazione di questo test” spiega Eduardo, uno dei membri del Collettivo Autonomo Studentesco, che ha organizzato la manifestazione. “Abbiamo capito che è un sistema che non è accettabile”. Tra gli argomenti anche il tema della scuola-azienda, degli stage, della Riforma. Da parte di diversi studenti è emersa la questione economica: “La scuola è pubblica ma gli studenti devono pagarsi le attività in laboratorio e gli stage” continua Eduardo. “E l’Invalsi va a premiare le scuole che già non hanno problemi, come i licei, mentre penalizza tecnici e professionali, che invece paradossalmente avrebbero una maggiore necessità di risorse, in quanto fanno più laboratori e stage”.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti