Commenta

'Difendere famiglia da attacchi' Festa domenica in piazza Duomo

Celebrare la famiglia per lanciare un segnale di vicinanza a una istituzione ultimamente troppo bistrattata: queste le motivazioni principali che hanno portato la Diocesi di Cremona a organizzare, per domenica 24 maggio, la Festa Diocesana della Famiglia, dal titolo ‘La famiglia genera’. Appuntamento in piazza Duomo (o nella palestra di Cavatigozzi in caso di maltempo) alle 14.30. “Si vuole dare un segno della grande importanza che riveste la famiglia – evidenzia don Irvano Maglia, delegato episcopale per la Pastorale -. Un importanza che oggi più che mai è necessario sottolineare, in quando da più parti sta subendo attacchi. Nella famiglia si incontrano le differenze e si impara a valorizzarle. Maschile e femminile si armonizzano in essa. Mentre invece oggi invece di valorizzare tali differenze si cerca di portarle all’uniformità”.

La giornata prevede una serie di incontri e testimonianze in tre diverse location e con tre tematiche ben precise: presso la Chiesa di San Girolamo (via Sicardo) si parlerà di “accogliere”, con l’associazione di famiglie affidatarie Il Girasole, la casa famiglia Sant’Omobono, la Caritas e il Centro di aiuto alla vita. All’oratorio Silvio Pellico si parlerà invece di “crescere”, con l’Ufficio diocesano per la pastorale familiare, l’associazione Buona novella, il Movimento dei Focolari e il consultorio Ucipem. Infine nella Sala Mercanti della Camera di Commercio si parlerà di “accompagnare” con l’Azione Cattolica e varie associazioni del mondo scolastico.

In piazza del Comune saranno allestiti stand a tema, sempre con le assocuazioni che si occupano di famiglia ed educazione. Invece in cortile Federico II, sarà allestito un bookshop e un a mostra di Gerardo Colombo, educatore di Como che, attraverso foto artistiche, racconta la quotidianità della famiglia. Per i bambini saranno invece organizzati giochi, laboratori e atelier, curati da Azione Cattolica, Federazione Oratori e Scout. La giornata sarà accompagnata anche con dei momenti musicali, a cura della Junior Band della scuola Sacra Famiglia.

La festa entrerà poi nel vivo alle 16.30, in Comune, dove si terrà prima un saluto del sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, seguito da una esibuzione della compagnia teatrale Teatrodaccapo, che intratterrà il pubblico con lo spettacolo “Viaggiando si impara”.

Infine, alle 17.30, prenderà la parola il vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi, per un momento di preghiera e di sintesi della giornata. “Il vescovo nel suo intervento affiderà alle famiglie un ‘mandato’, riconsegnandogli il loro ruolo e richiamandole alla loro missione nel mondo; in questo periodo storico in cui la famiglia viene aggredita, messa in discussione e contestata, vogliamo far sentire alle famiglie la vicinanza della Chiesa – spiega don Giuseppe Nevi, responsabile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale familiare -. Ma questa festa si colloca anche nel percorso più ampio che la Chiesa sta compiendo da tempo e che confluir nel Sinodo sulla famiglia”.

La parte centrale dell’evento, dalle 16.30 in poi, sarà trasmesso in diretta televisiva su Cremona1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti