Commenta

Spacciava hashish tra gli studenti in stazione dei pullman, denunciato

Spacciava hashish alla stazione dei pullman di Cremona, tra gli studenti che si radunavano prima di andare a scuola: è stato così denunciato un 20enne nato in Italia ma di origini straniere. Insieme a lui è stato anche segnalato il fratello, 17enne, come consumatore, in quanto trovato in possesso di una minima quantità di droga, per uso personale. Un’operazione che ha visto la fruttuosa collaborazione tra la Polizia Locale di Cremona e la Questura.

La vicenda risale a inizio settimana, quando la Polizia Locale ha ricevuto alcune segnalazioni in merito a movimenti sospetti presso il parcheggio Ex Tramvie (stazione dei pullman): da un po’ di tempo a questa parte si notavano infatti alcuni scambi strani, che potevano essere riconducibili alla compravendita di sostanze stupefacenti. Sono quindi seguiti dei controlli, che hanno consentito agli agenti della municipale di verificare che effettivamente si era creata una situazione sospetta e di riuscire, attraverso un accurato lavoro di indagine, ad identificare alcuni soggetti coinvolti.

A questo punto il comando di Piazza Libertà ha chiesto aiuto e collaborazione ai colleghi della Questura. Insieme le forze dell’ordine hanno deciso di evitare un intervento sul piazzale della stazione dei pullman, luogo sempre troppo affollato, e di andare a prendere i sospetti direttamente a casa. Il 20enne è stato quindi fermato poco dopo essere uscito dalla propria abitazione – che non si trova in città ma in provincia. Addosso gli sono stati trovati 10 grammi di hashish. E’ seguita poi una perquisizione dell’abitazione del giovane, dove è stato trovato il fratello con addosso un quantitativo minimo di droga. Il maggiore è stato quindi denunciato, mentre il più giovane solo segnalato come consumatore. Entrambi i ragazzi sono studenti nelle scuole superiori cremonesi.

L’attività di indagine congiunta in ogni caso non si conclude qui: sono già in corso le identificazioni di alcuni altri soggetti che partecipano all’attività di spaccio e consumo presso la stazione dei pullman, per cui nei prossimi giorni seguiranno altri controlli.

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti