Commenta

Pescarolo sotto shock per l'omicidio Il sindaco: 'Famiglia molto discreta' Nadia Gaggia è ancora in ospedale: anch'essa risulta ferita. Il marito avrebbe infatti cercato di difendersi

Foto Sessa

E’ ancora ricoverata in ospedale – in stato di arresto –  Nadia Gaggia, la 69enne di Pescarolo che ha ucciso il marito colpendolo con un candelabro. Anche la donna presenta delle ferite, in quanto sembra che l’uomo abbia cercato di difendersi, sempre utilizzando un candelabro. Non appena la donna sarà in condizioni di essere dimessa, toccherà all’autorità giudiziaria decidere dove portarla.

Intanto il paese di Pescarolo è in profondo stato di shock. Stamattina nei bar, in piazza e nei negozi non si parlava d’altro. Nessuno si sarebbe mai aspettato una cosa simile. La famiglia Pasquali era infatti una delle famiglie storiche del paese, nota per la sua tranquillità e riservatezza. Anche se la donna soffriva da tempo di stati depressivi, cosa che tutti in paese sapevano, i suoi compaesani mai si sarebbero aspettati un episodio simile.

“Ho sentito la famiglia via messaggio – racconta il sindaco, Graziano Cominetti -. Naturalmente sono sconvolti. E’ una di quelle famiglie da cui non ti aspetti nulla di simile. Sono sempre stati lontani dai riflettori e dai pettegolezzi di paese. Ma quello che più sconvolge tutti è che non esiste un perché ad un gesto simile… nessuno sa come spiegarselo”.

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti