Commenta

Cassa integrazione dimezzata dal 2014 'Ma c'è ancora crisi, in sei anni +600%'

Cassa integrazione dimezzata in un anno in provincia, sulla scia dell’andamento registrato in Lombardia, regione in un cui c’è stato un -40%. Mentre le conseguenze della crisi sono ancora ben visibili i dati parlano di 1.420.409 ore di cassa autorizzate tra gennaio e aprile 2015. Nello stesso periodo del 2014 erano 3.250.431. Il calo, complessivamente, è del 56,3%. Diminuzione del 59,4% per il numero di ore degli operai (passate da 2.582.001 a 1.048.786) e del 44,4% per le ore degli impiegati (passate da 668.430 a 371.623).

I dati emergono da un’elaborazione della Cgil. Per sindacalisti della Confederazione generale italiana del lavoro, però, questo calo non significa necessariamente un miglioramento della situazione e non può essere preso in toto per una ripresa della produzione, in quanto bisogna fare i conti il numero di beneficiari calato a causa della crisi e di come il Governo ha affrontato tale crisi con provvedimenti non adeguati a tutelare tutti.

Per comprendere la portata della crisi e del ricorso alla cassa integrazione la Cgil, in un’elaborazione precedente, riferita al periodo gennaio-febbraio, ha confrontato i dati della dinamica strutturale 2008-2014: in provincia di Lodi +969,1%, Mantova +867,9%, Milano +784,7%, Lecco +765,6%, Brescia +628,5%, Cremona +620,3%, Bergamo +569,%, Como +407,8%, Sondrio +407,7%, Pavia +265,7%, Varese +146,1%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti