Commenta

Ferdinando I nel Lombardo Veneto Inaugurata la mostra in Pinacoteca

Foto Sessa

Inaugurata nella mattinata di venerdì la mostra “Il viaggio nel Lombardo-Veneto dell’imperatore Ferdinando I e le vedute di Eduard Gurk – Die Krönungsreise”, che  verrà aperta al pubblico sabato (20 giugno) alle 10, presso la pinacoteca di Cremona (Museo Civico di via Ugolani Dati). “Un’esposizione che ha valore internazionale – ha evidenziato il sindaco Gianluca Galimberti – che oltre al patrocinio del Comune vanta quello dell’Ambasciata di Vienna, delle Regioni Lombardia e Veneto, delle città di Bolzano, Milano, Venezia, Bergamo e Monza”.

Un’esposizione (che resterà aperta fino al 4 ottobre) che sancisce il ritorno a Cremona delle grandi mostre, che da troppi anni non si vedevano più. E che arriva proprio in giornate di grande fermento per la città, “con la partenza ormai prossima del Festival Acque Dotte e la partita del mondiale di Rugby” ha detto il sindaco. «Ma sono due in realtà le storie che si raccontano in quei quadri: quella dell’imperatore Ferdinando, ma anche quella dell’acquerellista Eduard Gurk, che documentò il viaggio attraverso i propri acquerelli”.

La mostra si apre con la riproduzione di un arco di trionfo, che incornicia la porta e che rappresenta un disegno del Voghera: “Tale opera – ha spiegato Mario Marubbi, conservatore della Pinacoteca e curatore della mostra – venne realizzata proprio in occasione dell’ingresso dell’imperatore a Cremona, nel 1838”. Per Marubbi “è importante essere riusciti a ospitare una mostra di questo calibro. Questo è stato possibile anche grazie al forte legame che unisce i curatori e i direttori di tutti i musei, che spesso collaborano tra loro”.

L’esposizione prosegue poi con alcuni oggetti tipici dell’epoca, come la riproduzione della corona di ferro e i paramenti utilizzati durante la visita dell’imperatore. Si entra poi nel vivo con l’esposizione degli acquerelli: una cinquantina di pezzi che raccontano tutto il viaggio, di cui due rappresentano Cremona.

Per la giornata inaugurale molte sono le iniziative pensate, tra cui la realizzazione di alcune opere ispirate al tema della mostra, da parte di alcuni writers, in via Palestro, all’angolo con via Goito. Alle 19, invece, l’appuntamento è in piazza Stradivari, con un evento a sorpresa, ma sempre legato ai temi della mostra. Per finire, alle 21 si terrà un concerto, presso la Sala Manfredini del Museo, con un ricco repertorio di Valzer Viennesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti