Commenta

I vigili del fuoco-alpinisti verso il Nepal Aiuti alla scuola fondata da De Stefani

Sono partiti con destinazione Kathmandu. Giorgio Pieri e Salvatore Belluardo dell’associazione alessandrina PASSOdopoPASSO sono soliti compiere viaggi e spedizioni nei paesi himalayani ma questa volta è diverso, la posta in gioco non è una vetta ma portare gocce di solidarietà. Tutto è nato da un istinto, dalla loro predisposizione professionale di Vigili del Fuoco supportata da una cordata di solidarietà straordinaria, che li ha convinti a proseguire fino in fondo. “Mi sono stupito ancora una volta di come le persone reagiscano favorevolmente quando vengono stimolate nell’animo e dalle emozioni”, afferma Pieri, residente ad Alessandria. “Salvatore ed io dopo il terremoto in Nepal abbiamo iniziato una campagna di sensibilizzazione nelle rispettive città di Cremona e Alessandria, per raccogliere fondi da portare sul posto e compiere azioni mirate. E’ andato tutto al di sopra delle nostre aspettative: la cifra che abbiamo raccolto è importante, come ci auguriamo saranno altrettanto importanti i nostri interventi”.

In Nepal si coordineranno con realtà già attive, un punto di riferimento sarà la Rarahil Memorial School che si trova a Kirtipur, cittadina poco distante da Kathmandu dove si incontreranno con l’alpinista mantovano Fausto De Stefani, realizzatore, in collaborazione con la Fondazione Senza Frontiere di Castel Goffredo del progetto Rarahil Memorial School, una serie di edifici che ospitano circa 1000 studenti orfani. La Rarahil Memorial School è costituita da una cucina per comunità, una mensa, laboratori artigianali, un convitto e un dispensario medico, divenuti nei giorni post terremoto luogo di assistenza e sostegno indispensabili per la popolazione. Le strutture, costruite a regola d’arte rispettando tutti i criteri antisismici, sono uscite infatti indenni dal sisma. Aspettando il loro ritorno è possibile seguirli sul sito www.passodopoopasso.eu.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti