Commenta

I carabinieri recuperano preziose pergamene trafugate da Sant'Agata

I carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio culturale hanno recuperato antiche pergamene di grande valore storico trafugate a febbraio dalla chiesa cremonese di Sant’Agata. I militari del comando che dipende dal Ministero della Cultura e che ha sede a Monza hanno rinvenuto le pergamene grazie a un’indagine su cui c’è ancora riserbo e della quale non sono ancora chiari tutti i dettagli. I preziosi documenti fanno parte dell’archivio della chiesa presa di mira, sembra risalgano prevalentemente al Cinquecento e contengano carteggi in grado di testimoniare i rapporti tra la struttura ecclesiastica locale e il Papato.

Nei faldoni trafugati ci sarebbero relazioni, provvedimenti e concessioni stando a quanto filtrato nelle ultime ore. Come accennato, non sono ancora stati resi noti ufficialmente i risultati dell’operazione: si saprà di più giovedì, quando è previsto un resoconto pubblico dei carabinieri. Inestimabile il valore storico del materiale, piazzabile sul mercato nero anche per decine di migliaia di euro ogni singolo documento. Non è la prima volta che la chiesa di Sant’Agata finisce al centro di una vicenda del genere: nella mattinata del 31 gennaio 2011 fu asportata parte di una preziosa cornice barocca di una tavola sacra, mai più ritrovata.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti