Commenta

Bollette-truffa per l'energia elettrica a numerosi cremonesi, l'Enel: 'Attenzione'

evid-boll

Nella foto, la finta bolletta

Pioggia di bollette-truffa dell’energia elettrica indirizzate a cittadini cremonesi. La trappola è stata messa in atto inviando a numerose caselle email la versione elettronica di un’apparente bolletta dell’Enel per svariate centinaia di euro. I malviventi hanno lavorato con cura, creando quella che a prima vista sembra una vera comunicazione dell’azienda dell’elettricità. Marchio, numeri di fattura e cliente, codici a barre. Tutto fasullo, in realtà. Già una decina i cremonesi che nell’ultima settimana si sono visti recapitare bollette-truffa con importi, sempre diversi, da centinaia di euro (in alcuni casi oltre i 500) riferiti al bimestre maggio-giugno. A poter trarre in inganno anche la casella email di provenienza: enel@e-servicemailing.com. Il pericolo nella comunicazione era nascosto dietro il link da cliccare per scaricare il modulo di pagamento: il collegamento portava a uno spazio web utilizzato dai truffatori per le richieste di denaro. Per ora non si contano persone cascate nella trappola: fondamentali le telefonate di chiarimento all’Enel.

La bolletta-truffa è circolata in più zone d’Italia ed Enel invita “chiunque riceva questo falso messaggio a non cliccare il link segnalato”. “Le nostre procedure – spiega la società – non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari o codici personali attraverso link esterni. L’azienda, da sempre in prima linea contro le truffe, ha avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e delle società del gruppo Enel. Si invitano i clienti che dovessero ricevere email sospette a segnalare l’accaduto attraverso i consueti canali di contatto: negozi Enel presenti sul territorio o numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti