Commenta

Circuito di Cremona 46 equipaggi pronti per la grande sfida

circuito

Soddisfacente l’elenco degli iscritti alla sedicesima edizione del Circuito di Cremona, rally storico valevole per il Campionato Italiano Rally Autostoriche e per il Trofeo A112 Abarth. Pubblicato da poche ore, propone un totale di quarantasei equipaggi così suddivisi: trenta in gara nel rally storico ai quali si aggiungono quattordici A112 Abarth e due vetture della categoria “autoclassiche” del periodo J2.

Rispetto agli anni precedenti, da quando il “Circuito” si corre alla luce del sole, si riscontra un importante aumento degli equipaggi iscritti, soprattutto per quanto riguarda quelli in lizza per il Trofeo A112 Abarth. Spicca la presenza del Campione Italiano 2013 Matteo Musti che, dopo la vittoria ottenuta al Sanremo dello scorso aprile, ritrova la Porsche 911 RS Gruppo 4 e Francesco Granata alle note, proponendosi come uno dei più accreditati per il successo finale; dovrà però vedersela con diversi equipaggi tra i quali quello dei veneti Paolo Baggio e Flavio Zanella al via con la Lancia Rally 037 Gruppo B o quelli delle Porsche 911 Gruppo 4 formati da Massimo Voltolini ed Alessandro Corsini e da Paolo ed Aurelio Corbellini che lo scorso anno stupirono con lo scratch sulla prima speciale. Occhi puntati anche sulla Talbot Sunbeam Lotus Gruppo 2 di Federico Ormezzano e Luigi Cavagnetto, e possibili exploit potranno arrivare da piloti al via con vetture “2 litri” come il marchigiano Riccardo Bucci con l’Alfa Romeo Alfetta GTV, il sanmarinese Davide Cesarini con la Ford Escort RS, il bresciano Giulio Pedretti con la Fiat 131 Abarth o il veneto Luca Cattilino con l’Opel Kadett Gt/e; novità assoluta per il piemontese Dino Vicario che “tradisce” la Ford Escort Rs e si presenta al via con una più recente Renault 5 Gt Turbo Gruppo N.

Prosegue e promette nuove scintille, la sfida nel 1° Raggruppamento tra la BMW 2002 dei siciliani Savioli e Failla opposti alla Porsche 911 S dei biellesi Rimoldi e Mantovani, con la novità di Superti e Dell’Acqua a far da terzo incomodo nella lotta per la vittoria. Gara importante anche per i locali Morandi e Ziglioli entrambi sulle Lancia Fulvia HF Gruppo 4 e al via anche il Presidente dell’AC Cremona Leonardo Adessi, con un’Opel Ascona SR Gruppo 2.

Sfida nella sfida per le quattordici A112 Abarth del Trofeo, numero mai raggiunto nelle precedenti edizioni e gara che si annuncia molto combattuta con i primi sei della classifica provvisoria racchiusi in pochi punti, ai quali si aggiunge anche il vincitore 2014, il veronese Cordioli.

In coda alle autostoriche, le due “classiche” con la debuttante BMW M3 del trapanese Angelo Diana e la Ford Sierra Cosworth del veneto Giovanni Aloisi.

Appuntamento per venerdì 10 a partire dalle ore 10.00 per le operazioni di verifica che si svolgeranno presso la struttura di Cremonafiere; alle ore 20.49 lo start della prova spettacolo “Cremona” che da tradizione si correrà nel Piazzale Atleti Azzurri d’Italia. Sabato 11, si riparte alle 8.01 e la carovana si sposterà nel comprensorio parmense dove sono state tracciate le tre prove “San Vittore”, “Veronica” e “Pellegrino” che saranno percorse per tre volte. Arrivo previsto in Piazza del Comune per le ore 21.15 dopo aver percorso 84,15 chilometri cronometrati; a seguire si terrà, sempre nello splendido scenario di fronte al Duomo, la cerimonia delle premiazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti