Commenta

Rigenerazione urbana, avanti i lavori Molti gli appuntamenti il 18 luglio

arrr

Avanti i lavori di installazione degli arredi e delle attrezzature in vista del avvio della rigenerazione urbana 2015 in programma sabato 18 luglio, alle ore 18, in contemporanea nelle tre aree individuate: corso Garibaldi, corso Mazzini e largo Boccaccino. In corso Mazzini si terrà l’inaugurazione ufficiale con il sindaco Gianluca Galimberti e l’assessore alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini.

Sabato 18 luglio corso Garibaldi sarà animato dal gruppo Limen Teatro con uno spettacolo di giocoleria comica, acrobatica ed interazione col pubblico adatto a tutte le età. Musica invece in corso Mazzini con il circuito di BRANIuRBANI by ExRaffineria, costituito da vari complessi cremonesi, che intratterrà giovani e adulti, alternando una band locale con una band extra cittadina. Alle 18 si esibirà il gruppo The Strain, con Roberto Vicini (basso – voce) e Simone Albanese (chitarra – voce).

Ancora musica in largo Boccaccino, dietro l’abside del Duomo. In questo spazio, arredato con sedute e un palco naturale, sarà possibile ascoltare musica di generi diversi: alle 18 “Blues al Largo” con i “Blues Around” e alle 21,00  “Stai leggiero” (da Mozart ai Coldplay) a cura del Quartetto Bazzini composto da Daniela Sangalli e Lino Megni violini, Marta Pizio viola, Fausto Solci violoncello.

E questo è solo l’assaggio di un ricco programma di eventi che, sino a fine settembre, caratterizza questo secondo progetto di rigenerazione urbana promosso dal Comune e condiviso con il Distretto Urbano del Commercio, professionisti e commercianti.

L’obiettivo è offrire occasioni per tutti di transitare, di fermarsi e di godere del piacere di stare insieme in zone del centro cittadino, proponendo eventi per tutte le fasce d’età e favorendo vivibilità e commercio. Per questo nelle tre aree del centro vengono allestite libere postazioni di sosta pedonale, piattaforme o piazzole con sedute e padiglioni ombreggianti e spazi dedicati ai giochi per bambini. La volontà è infatti accrescere la specifica vocazione “pubblica” e l’assetto pedonale delle tre zone individuate, rendendole idonee ad ospitare attività di rivitalizzazione e animazione, facendole diventare poli di interesse da parte di fruitori, cittadini e turisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti