Commenta

Corsi di alfabetizzazione per studenti di recente immigrazione

bambini

Visita in mattinata della vice sindaco e assessore all’Istruzione Maura Ruggeri, accompagnata dalla dirigente del Settore Politiche Educative Silvia Toninelli,  alla scuola Stradivari. Un’occasione per salutare innanzitutto il gruppo di allievi della primaria e secondaria di primo grado impegnati nel corso di alfabetizzazione estiva per studenti non di lingua italiana di recente immigrazione ospitato proprio nell’edificio scolastico di via San Bernardo.

Incontrando i bambini la vice sindaco ha sottolineato l’importanza di attività come queste che accompagnano, anche durante l’estate, gli studenti, aiutandoli ad integrarsi meglio con i compagni di classe, abbattendo la barriera linguistica.  L’auspicio, come ha avuto modo di sottolineare la vice sindaco, è di poter continuare con questa progettazione condivisa tra ente pubblico e rete delle scuole con l’obiettivo comune di assicurare il successo scolastico di tutti gli studenti. Un particolare ringraziamento è andato ai docenti referenti delle scuole secondarie di secondo grado ed ai dirigenti del Liceo S. Anguissola e dell’Istituto Comprensivo Cremona 5 che hanno ospitato le classi, nonché alla dirigenza, alla referente Antonella Cinquetti ed al personale amministrativo della scuola capofila di rete, l’Istituto di Istruzione Superiore J. Torriani.

La visita è inoltre coincisa con uno degli appuntamenti inseriti nel progetto “Scuola aperta Stradivari”, nato dalla volontà di aprire la scuola agli abitanti del quartiere 5, ai bambini e alle loro famiglie oltre al tradizionale tempo scuola e si colloca all’interno delle numerose collaborazioni che l’Istituto Cremona 5 ha attivato con il Comitato di Quartiere nel corso dell’anno scolastico. Iniziativa apprezzata dalla vice sindaco Maura Ruggeri in quanto nasce  dalla consapevolezza che la scuola rappresenta una risorsa fondamentale per il quartiere, diventando un punto di incontro e di aggregazione, uno spazio sociale di condivisione per chi nel quartiere vive o studia. La scuola come laboratorio per una  cittadinanza attiva, come risorsa per tessere nuove relazioni.  Nel progetto sono coinvolte l’animatrice Silvia Denti, che ha spiegato alla vice sindaco l’attività svolta, e le insegnanti della scuola primaria Stradivari. A settembre, come preannunciato alla vice sindaco dal dirigente dell’Istituto Comprensivo Daniele Pitturelli, sarà organizzata un’attività di alfabetizzazione per mamme straniere.

Il progetto Con parole cangianti, attivo dal 2005, è riuscito a mantenersi attuale grazie ad un continuo adeguamento rispetto alle nuove istanze del territorio. Il Settore Politiche Educative del Comune di Cremona ha organizzato, anche quest’anno, tre corsi di alfabetizzazione estiva per studenti non di lingua italiana di recente immigrazione (uno per gli studenti della primaria e delle secondarie di primo grado presso la scuola primaria Stradivari, due per le secondarie di secondo grado e per la formazione professionale presso il Liceo Anguissola).

Le attività, iniziate il 6 luglio, termineranno il 24 luglio, offrendo agli iscritti 45 ore intensive di alfabetizzazione. Il progetto si è sviluppato fruendo di tutto ciò che la nostra città offre. Le lezioni si sono quindi svolte non solo in aula, ma anche in altri spazi, al Museo Archeologico di San Lorenzo, grazie alla collaborazione del conservatore Marina Volontè,  al Museo di Storia Naturale dove, grazie al conservatore Cinnzia Galli, è stato possibile utilizzare anche i laboratori, al Museo del Violino, che ha aperto le sue porte ai gruppi di grandi e piccoli con una presentazione ad hoc, a cura di Marco Fornasari, in base all’età degli studenti coinvolti, lezioni infine con Laura Seroni della Fondazione Teatro Ponchielli, al Centro Fumetto e con il Piano locale giovani.

I corsi rappresentano un’opportunità per arricchire la conoscenza della lingua italiana durante l’estate e per potenziare i livelli più alti con attività di produzione scritta e lingua per lo studio. I docenti alfabetizzatori coinvolti sono Guido Regonelli, Cristina Aroldi, Claudia Telò con il supporto di Teresa Francorequejo del Servizio volontario europeo. Coordinatrice del progetto è Laura Maiavacca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti