10 Commenti

In arrivo a Chieve 35 profughi: cittadini imbufaliti Il sindaco: 'Non sapevo nulla'

profughi-evi

Fa molto discutere ed imbufalire la popolazione di Chieve il previsto arrivo di 35 profughi, destinati nel paese del cremasco dal prefetto, senza nemmeno avvisare l’amministrazione, – sostiene il sindaco Bettinelli. 10 ne sarebbero arrivati già ieri, 8 oggi e i restanti nei prossimi giorni.
Lo sfogo del primo cittadino, che nel pomeriggio ha incontrato il prefetto e che si fa portavoce delle lamentele della popolazione, corre sui social. Bettinelli scrive su facebook: “Ora voglio dire la mia. Sono stato contattato da un inquilino dello stabile dove alloggeranno i profughi ed io sono caduto dal pero. La conferma di tutto mi è arrivata dal proprietario dello stabile”, che avrebbe detto, sempre secondo il sindaco, di aver ricevuto dalla Prefettura la disposizione di non dire nulla sui particolari dell’accordo tra Prefettura e proprietà perché saranno oggetto di un incontro successivo con Comune, proprietà e Prefettura da tenersi presumibilmente nei primi giorni di agosto.
Il sindaco conclude polemicamente:  “Rimango basito su come chi deve decidere lo faccia sulla pelle di un’intera comunità, impattando così pesantemente sugli equilibri sociali già provati dai tanti problemi che il nostro paese deve affrontare”.
Di qui l’incontro in Prefettura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • erisso

    Dov’è la novità? In Italia i cittadini, spesso sindaci inclusi, sono trattati da sudditi.

  • erisso

    Dov’è la novità? In Italia i cittadini, spesso sindaci inclusi, sono trattati da sudditi.

  • MENCIA

    Ormai dobbiamo renderci conto che noi Italiani siamo l’ultima ruota del carro guidati da gente incapace che pensa solo alla loro pancia piena e se ne frega dei disoccupati cassintegrati e italiani in mobilità noi valiamo come il due di coppe quando la briscola è ori

  • MENCIA

    Ormai dobbiamo renderci conto che noi Italiani siamo l’ultima ruota del carro guidati da gente incapace che pensa solo alla loro pancia piena e se ne frega dei disoccupati cassintegrati e italiani in mobilità noi valiamo come il due di coppe quando la briscola è ori

  • pier

    in un paese democratico si chiede ai cittanini ,tramite un referendum ‘ se sono d’accordo ad accettare una immigrazione di portata biblica;invece qua accade il contrario vengono interpellati i mediatori culturali immigrati anche loro…….OTTIMO!!!!

  • pier

    in un paese democratico si chiede ai cittanini ,tramite un referendum ‘ se sono d’accordo ad accettare una immigrazione di portata biblica;invece qua accade il contrario vengono interpellati i mediatori culturali immigrati anche loro…….OTTIMO!!!!

  • pier

    credo sia corretto sapere chi entra in casa propria ;saperlo prima che entri ,non rincorerlo per la penisola…………….

  • pier

    credo sia corretto sapere chi entra in casa propria ;saperlo prima che entri ,non rincorerlo per la penisola…………….

  • luciano

    Sempre peggio , stiamo diventando un paese da quarto mondo

  • luciano

    Sempre peggio , stiamo diventando un paese da quarto mondo