Commenta

Teatro Ponchielli in lutto Scomparso Primo Federici dopo breve malattia

federici-ponchielli-ev

Grave lutto al teatro Ponchielli. E’ morto a 58 anni Primo Federici, responsabile degli allestimenti scenici e instancabile montatore di scenografie, una di quelle persone che lavorano nell’ombra senza le quali nessuno spettacolo potrebbe essere portato in scena. Persona disponibile e amabile, è morto all’ospedale maggiore, dopo una malattia breve e fulminante, di ritorno da una vacanza in Spagna. Non a caso la camera ardente sarà allestita – dalle ore 15 di mercoledì 29 luglio – sul palcoscenico del teatro cittadino, quasi una seconda casa. Angela Cauzzi, amica fraterna, lo ricorda vincendo la commozione. “Che dire? Nessuno di noi ha ancora metabolizzato la cosa. Parliamo di Primo come se fosse qui, perchè in effetti per noi è ancora qui ed è come se stessimo facendo i preparativi per qualcun altro”. La storia del teatro a Cremona l’hanno fatta insieme, iniziando negli anni Settanta con Recitarcantando; poi ciascuno ha preso la sua strada, ma sempre tornando ad incontrarsi in qualche tappa del percorso, come al Pierlombardo di Milano o al Regio di Parma. Figura di grande carisma ed energia, ha collaborato con importanti registi.

“Il Teatro piange un amico ed un professionista – continua Cauzzi – profondo conoscitore della macchina teatrale, grazie a lui tutto poteva essere risolto e realizzato, un uomo che con grande passione ha dedicato la sua vita al teatro e che molte Compagnie  e Teatri ci hanno invidiato”.

Una vita da giramondo, fino alla scelta di metter su famiglia, una quindicina di anni fa, e di restare alla Fondazione Ponchielli al momento dello scorporo dal Comune. La sorte lo ha strappato alla moglie Mirella, e ai figli Caterina, 14 anni e Alessandro, di 8. I funerali si terranno nella chiesa di San Pietro, giovedì 30 luglio alle ore 10.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti