Commenta

'Terre di mezzo', finanziamento vicino per sostenere commercio

negoziovuoto-evid

Per avere una conferma ufficiale occorrerà attendere l’inizio di settembre ma l’assestamento di bilancio della Regione Lombardia, che ha consegnato all’assessorato al Commercio un fondo sostanzioso di qualche milione di euro, di fatto dovrebbe portare al finanziamento del Distretto dell’Attrattività delle “Terre di mezzo”. Un risultato fortemente voluto dalla Confcommercio, impegnata in prima linea come manager di Distretto ma anche attenta nel creare quella “rete territoriale”, coinvolgendo sindaci e consiglieri regionali per ottenere il finanziamento. “E’ un importante risultato di ‘squadra’ – commenta Fausto Casarin – che porterà ad investimenti significativi sul territorio e nei quattordici comuni delle Terre di mezzo. Interventi mirati all’attrattività, alla valorizzazione turistica ma ancor prima capaci di migliorare i servizi e la qualità della vita per i residenti”.

Tecnicamente occorre aspettare che l’importo complessivo venga frazionato sui diversi progetti. Ma il sostegno a quelle realtà che avevano partecipato al bando regionale e che, pur essendo state giudicate meritevoli di finanziamento non l’avevano ottenuto per esaurimento delle risorse è sempre stato indicato come una priorità dall’Assessore Parolini. Lo stesso, nella sua visita a Cremona, qualche mese fa, aveva assicurato il suo impegno. Una promessa mantenuta. “Lo stanziamento è un primo passo. Ma è sicuramente il più importante – spiega soddisfatto il presidente di Confcommercio Cremona Casarin – E’ un  traguardo che è stato ottenuto grazie alla attenzione dell’assessore Parolini. Ma anche alla piena collaborazione dei consiglieri regionali. Carlo Malvezzi, Agostino Alloni e Federico Lena hanno accolto il nostro appello e quello dei quattordici sindaci dei comuni coinvolti e l’hanno fatto proprio, lavorando perché si giungesse allo stanziamento. Questi fondi (quando verranno confermati) si tradurranno in opere importanti per le comunità e in una occasione di crescita per le realtà locali”.

“Tutti e tre i progetti presentati dalla Confcommercio – conferma il referente territoriale Andrea Badioni – verrebbero dunque finanziati. Di fatto i contributi interesseranno tutti i comuni della provincia, perché il progetto delle Terre di mezzo si va ad affiancare a quelli già finanziati sul cremasco e sul casalasco. Siamo soddisfatti per questo traguardo che permette a tutto il territorio provinciale di procedere in modo omogeneo e di avere le stesse opportunità di crescita”.

Non nasconde la sua soddisfazione il presidente Casarin. “Regione Lombardia – dichiara – ha testimoniato concretamente di credere nel commercio di vicinato, ne ha riconosciuto il valore non solo economico ma anche sociale, ha premiato il contributo che portano nel garantire la vitalità dei nostri paesi e nel rafforzare il senso identitario e di appartenenza. Ma al di là delle buone dichiarazioni di intenti, che non costano nulla, la Regione, ormai da anni interviene concretamente con bandi per i distretti , per la promozione dei territori e delle imprese storiche. Una politica che non possiamo che sottoscrivere appieno”. “Nel progetto, redatto dalla Confcommercio come manager e che è stato presentato in Regione – continua Badioni – avevamo avanzato la richiesta di contributo di poco inferiore ai 250mila euro. Un cofinanziamento che, in realtà, metterà in moto investimenti per una cifra più che doppia. L’impegno dei consiglieri regionali è stato strategico. Sono convinto che seguiranno l’iter di stanziamento delle risorse con la stessa attenzione, con quello spirito di servizio al territorio che è l’essenza stessa dell’impegno politico. Nessun trionfalismo prima del tempo ma, di sicuro, questo lavoro di “squadra” è ragione di speranza nel futuro non solo per le imprese del commercio ma per tutte le comunità locali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti