Commenta

Mercante d’arte in arresto, sequestri per oltre 25 milioni

impr

A seguito dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip milanese Elisabetta Meyer, dopo la richiesta del pm Isidoro Palma, è stato arrestato per bancarotta fraudolenta patrimoniale aggravata il mercante 44enne di origini iraniane Arman Golapyan, rappresentate legale di una società operante nel commercio di opere d’arte. A mobilitarsi sono stati gli uomini del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Milano. L’uomo, molto conosciuto a Piacenza, dove è cresciuto, è finito in arresto dopo essere stato fermato in un’abitazione di Cremona, città in cui viveva. Investigatori attivi per un buco da 27 milioni di euro. Contestualmente cinque perquisizioni sono state eseguite tra città della Lombardia, dell’Emilia, del Veneto e dell’Umbria: sequestrate opere sottratte all’attivo della procedura fallimentare. Perquisizioni che hanno comunque riguardato soggetti non indagati. Sotto sequestro un quadro di Pieter Paul Rubens (“Venere e Adone”, del valore di 25 milioni di euro), un dipinto di Guido Reni (“Giuseppe che trattiene la moglie di Putifarre”), altre sette tele e una ventina di tappetti. Opere per le quali si attendono le analisi finalizzate alla verifica dell’autenticità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti