Commenta

Intercettazioni e riscontri sul campo Così è crollato l’alibi del medico-omicida

evidenza-aggiustata

L’indagine è stata tratteggiata a poche decine di metri dal luogo di lavoro dell’oculista arrestato per l’omicidio di mamma e figlia. L’ospedale di Crema, dove Maurizio Iori era primario, è proprio accanto al tribunale. E in tribunale una conferenza stampa ha fatto emergere l’attento operato della polizia, che ha demolito le ricostruzioni – contraddittorie e lacunose – fornite dall’uomo. Questa mattina l’arresto di Iori e le perquisizioni, che hanno permesso di rinvenire ulteriori elementi contro di lui. Se inizialmente era stato iscritto nel registro degli indagati per istigazione al suicidio, l’ipotesi è ben presto tramutata. Inverosimile lo scenario di omicidio-suicidio in prima battuta venuto fuori attorno alla morte di Claudia Ornesi e di Livia (leggi l’articolo). Intercettazioni, analisi sulle celle telefoniche, raccolta di informazioni da amici e parenti delle vittime e soprattutto verifiche sul campo della polizia hanno ribaltato il quadro. Gli investigatori hanno incrociato tabulati e tracciati del telepass dell’auto usata da Iori. Hanno verificato il numero seriale dei lotti di produzione delle bombole di gas e degli erogatori che hanno determinato la morte e che sono stati trovati nella casa di via Dogali, e sono risaliti ai punti vendita. Bombole acquistate solo alcuni giorni prima dei due decessi (risalenti alla sera precedente al 21 luglio, quando sono stati ritrovati i corpi). I tracciati telepass e le celle agganciate dal cellulare dimostrano che Iori era proprio dove gli oggetti sono stati comprati: a Carugate (Milano) e Lodi, in due centri commerciali. Dalle testimonianze l’esclusione della possibilità che l’acquisto fosse stato fatto da Claudia Ornesi. Registrazioni telefoniche: dubbi sull’autenticità di alcune condotte del professionista riguardanti il tragico evento anche dalla sua stessa cerchia familiare. La sera prima del ritrovamento dei corpi, inoltre, Iori era atteso a casa dell’ex compagna.

A BREVE IL RESOCONTO COMPLETO DELLA CONFERENZA STAMPA E GLI ULTIMI SVILUPPI

Michele Ferro

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti