Un commento

Iori, il Riesame: “Può uccidere di nuovo”

iori_evid

Non pericolo di fuga o inquinamento delle prove. Ma rischio di “reiterazione del reato”: Maurizio Iori potrebbe uccidere ancora. E’ questa la motivazione del tribunale del Riesame di Brescia, che ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dagli avvocati del medico oculista. Ora potrebbe concretizzarsi un ricorso alla Corte di cassazione o un nuovo passaggio dal gip. Il 49enne Iori è accusato di aver narcotizzato e ucciso a Crema lo scorso luglio – liberando il gas di alcune bombole – l’ex compagna 42enne Claudia Ornesi e la loro figlia, Livia, di soli due anni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • IN VANTAGGIO SUI TEMPI

    Il Tribunale del Riesame di Brescia ha deciso: Maurizio Iori, accusato d’aver ucciso amante e figlia, deve rimanere in carcere perché, libero, così scrive il solitamente ben informato http://www.cremonaoggi.it, potrebbe farlo di nuovo.
    Che fretta, dategli almeno il tempo di trovarsi un’altra amante !

    Cremona 11 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info