Commenta

La Cassazione respinge il ricorso dei legali di Maurizio Iori

iori

Foto Francesco Sessa

Si torna a parlare del caso Iori, il medico cremasco condannato all’ergastolo dalla corte d’assise di Cremona per il duplice omicidio dell’ex compagna Claudia Ornesi e della figlia Livia, trovate cadaveri nella loro abitazione di via Dogali la mattina del 21 luglio del 2011. La corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dai legali della difesa, gli avvocati Cesare Gualazzini e Marco Giusto, sull’incostituzionalità del provvedimento emesso a suo tempo dalla corte d’appello di Brescia che aveva confermato la custodia cautelare per Iori. Secondo i due legali, infatti, la corte d’appello di Brescia non avrebbe potuto esaminare il ricorso della Cassazione perché composta dagli stessi giudici che in merito si erano già pronunciati, confermando il carcere per l’ex primario.
Il ricorso a Roma dei due legali della difesa, però, è stato respinto.  Ora si attende solo il deposito della motivazione della sentenza previsto per il prossimo mese di aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti