Politica
Commenta4

Lista M5S, dubbi legittimità. Lanfredi: "E' boicottaggio. Passeremo a vie legali"

Dopo l’ennesimo tentativo di boicottaggio della lista, che nel corso della mattinata è stata poi accettata dall’ufficio elettorale del Comune, il Movimento 5 Stelle di Cremona minaccia di passare “alle maniere forti”.
“Stiamo valutando di passare alle vie legali, perché non è più accettabile questo accanimento nei nostri confronti: c’è sotto qualcosa e ora voglio andare fino in fondo”. Questo lo sfogo di Lucia Lanfredi, candidata pentastellata alla carica di sindaco di Cremona, all’indomani dell’ennesima azione volta a mettere in dubbio la legittimità della sua candidatura e della lista presentata in Comune. Sarebbe infatti circolato un telegramma che metterebbe in dubbio la legittimità della lista stessa. “L’ennesimo tentativo di affossarci da parte dei soliti dissidenti – si lamenta Lanfredi -. Abbiamo la certificazione ufficiale in mano e, anche se in Comune abbiamo consegnato una copia autenticata, siamo in grado di produrre la documentazione originale in qualsiasi momento”.

Il dubbio, per i grillini cremonesi, è che “Qualcuno stia fomentando contro di noi queste persone, al fine di boicottarci – evidenzia ancora Lanfredi -. Non so chi ci sia dietro, ma c’è chiaramente un disegno in tutto questo. Finora siamo stati tranquilli, ma adesso hanno superato ogni limite, e non ci stiamo più. Nelle prossime ore valuteremo cosa fare e ci rivolgeremo all’avvocato. Questa storia deve finire, a costo di andare direttamente in Procura. Stiamo anche valutando se chiedere allo staff di Grillo l’espulsione dei cosiddetti ‘dissidenti’ dal Movimento, visto che la loro azione è chiaramente a danno dello stesso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti