Commenta

Piano opere pubbliche senza
il botto: solo manutenzioni,
ma per 11 milioni

Cè anche via Giordano tra i comparti cittadini da riqualificare, inseriti nel piano opere pubbliche approvato dalla Giunta. Il grosso degli interventi per il 2016 si concentra sugli edifici scolastici.
Via Giordano, una delle strade su cui verrà realizzata una nuova viabilità nel 2016

Scuole, palestre, strade e marciapiedi: il 2016 sarà un anno di interventi di manutenzioni per il patrimonio del Comune di Cremona. La Giunta ha adottato il Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2016-2018 e il relativo elenco di lavori per il 2016. Sono priorità per l’Amministrazione le scuole, con interventi di manutenzione in asili nido, materne, elementari e medie (540 mila euro), lavori di restauro, risanamento, bonifica e miglioramento sismico alla palestra della scuola primaria A. Stradivari (290 mila euro), la messa in sicurezza e rifacimento dei pavimenti alla scuola secondaria di primo grado Virgilio (338mila euro). 320mila euro è la spesa prevista per la messa in sicurezza di soffitti e solai di asili nido, materne, elementari e medie. Per quanto riguarda gli impianti sportivi, nel Pop per il 2016 è prevista la riqualificazione del campo da calcio al Cambonino (400mila euro), la manutenzione straordinaria del Bocciodromo (80mila euro), intervento per la copertura della palestra Cavatigozzi (100mila euro) e la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi comunali (100mila euro). Per la manutenzione strade e marciapiedi è previsto 1 milione e 600 mila euro.

QUARTIERI – Diverse le opere nei quartieri: rotatoria in via Persico al Maristella, ampliamento della strada S. Felice e S. Savino, riqualificazione comparto via Giordano-via del Sale-via Cadore, piste ciclabili tra via Milano e Picenengo, al Boschetto e a Cavatigozzi. Nel piano è prevista anche l’attuazione degli itinerari previsti nel Biciplan e presentati alla Regione per la richiesta finanziamenti con priorità a via Mantova, viale Trento Trieste, via Brescia e via Bergamo.

RIGENERAZIONE URBANA – Si conferma nel Pop la rigenerazione urbana, per la quale sono previsti 80mila euro da destinare a viale Po e ai quartieri. Attenzione anche ad attrezzature giochi nei giardini pubblici e all’arredo urbano (in particolare nel centro cittadino e parco Fazioli) per i quali sono previsti 100mila euro. Interventi anche sugli edifici pubblici: per Centri anziani e sedi dei Comitati di quartiere sono destinati 50mila euro, per impiantistica di sicurezza al Museo Civico 100mila euro, per progetti di sviluppo su Palazzo Grasselli 200mila euro e per Palazzo Affaitati 200mila euro. Un piano che vale 11 milioni 518 mila euro di opere pubbliche per il prossimo anno.

© Riproduzione riservata
Commenti