Un commento

In marcia per la pace,
500 cremonesi per
la Perugia - Assisi

Folta delegazione dalla provincia di Cremona, alla marcia della pace Perugia – Assisi, che si è svolta oggi domenica 7 ottobre. Undici i pullman che sono partiti da Cremona, Crema, Piadena, Soncino, Vaiano e Romanengo, per oltre 500 persone, amministratori e attivisti di associazioni. Due i pullman gratuiti messi a disposizione dal coordinamento degli Enti Locali per la Pace e la Cooperazione Internazionale per gli studenti delle scuole superiori che quest’anno aderito in misura maggiore: 110 tra studenti ed insegnanti, provenienti da diversi istituti del territorio: Liceo Sofonisba Anguissola, Liceo Scientifico Aselli, CR Forma, Liceo D. Manin, Istituto Antonio Stradivari e Istituto Sraffa-Marazzi di Crema.

La partecipazione dei cittadini e della società civile è stata promossa ed organizzata dalle associazioni aderenti alla Tavola della Pace e da CSV Lombardia SUD – sede di Cremona, con i punti di raccolta delle adesioni presso il CSV, ACLI e ARCI. Due pullman sono stati predisposti anche da CGIL Cremona, per associati e delegati dai territori, e uno da Banca Etica, raccogliendo adesioni da varie province.

Tra i marciatori anche gli amministratori locali Rosolino Azzali, sindaco di Corte de’ Frati; l’assessora Rosita Viola e il consigliere Luigi Amore, per il Comune di Cremona; la sindaca Silvia Genzini, per Pieve San Giacomo; il sindaco Davide Viola, per Gadesco Pieve Delmona. In corteo anche i presidenti e rappresentanti delle associazioni del territorio, tra cui ACLI e ARCI Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Quindi era una manifestazione politica…