9 Commenti

Pizzighettone, allevamento
abusivo di cani: animali in
condizioni igieniche precarie

Un allevamento abusivo di cani di razza, quello scoperto a Roggione, frazione di Pizzighettone, dalla Polizia Locale del paese. La Municipale, infatti, ha effettuato alcune indagini volte ad individuare questo allevamento (avente come fine la commercializzazione degli stessi cani di razza) senza che lo stesso fosse segnalato agli uffici comunali competenti. 

Le indagini, dirette dal Responsabile del procedimento, dott.  Luca Leone, si sono concluse con il sopralluogo che, in collaborazione con ATS veterinaria di Cremona, ha accertato la presenza di numerosi cani e rilevato gravi violazioni relative alla detenzione degli animali nelle gabbie.

Le strutture, infatti, non erano conformi e si presentavano con pavimentazione non lavabile, senza scoli dell’acqua e pertanto in condizioni igieniche precarie, senza tetto di copertura e senza luci. Non erano presenti aree di sgambamento. Alcuni cani, inoltre, erano sprovvisti del microchip identificativi e non era presente la documentazione comprovante la loro provenienza. 

La proprietaria del luogo è risultata essere l’intestataria di oltre 40 cani di svariate razze, non presenti in loco, dei quali verrà verificata la loro ubicazione e se gli stessi siano stati venduti in violazione delle prescrizioni.  L’interessata verrà sanzionata e dovrà obbligatoriamente adeguarsi alle prescrizioni impartite della Polizia Locale che al momento, però, non sono state rese note.

mt

© Riproduzione riservata
Commenti
  • fabry20023

    Io non mi limiterei a sanzionarla, inserirei lei in quelle gabbie sporche e buie.

    • Gianluca

      Concordo: cani in libertà, lei in gabbia.

    • Mirko

      Concordo

  • Elio

    Ma niente galera?