2 Commenti

Forza Italia, prima uscita
eccellente: se ne va
Carlalberto Ghidotti

Il nuovo corso del centrodestra cremonese in gara per le elezioni amministrative, produce la prima ‘vittima’. Carlalberto Ghidotti, segretario cittadino di Forza Italia fino al commissariamento che sul piano provinciale ha portato al vertice Massimiliano Salini, annuncia l’abbandono dal gruppo politico in cui è nato e cresciuto. La scelta va vista nel quadro di un lento logoramento dei rapporti tra lo stesso Ghidotti, recordman di voti in tutte le tornate amministrative a cui ha partecipato e la nuova dirigenza provinciale. A far traboccare il vaso, la candidatura di Carlo Malvezzi quale sindaco per il centrodestra. Diversamente sarebbe stato se la scelta del centrodestra fosse stata per il leghista Alessandro Zagni, che Ghidotti si era detto pronto ad appoggiare.

“Arrivare a questa decisione non è stato semplice – afferma -.  Sono in Forza Italia da sempre, da quando ho conosciuto il pensiero liberale del Presidente Silvio Berlusconi. Terminato il recente mandato da Coordinatore cittadino, dopo 15 anni in Consiglio comunale e 5 come Presidente del Consiglio provinciale mi vedo ora costretto a cambiare strada. Troppe cose sono cambiate in Forza Italia e oggi fatico a riconoscermi ancora nella politica espressa dal partito. Sul piano nazionale, mi trovo lontano dalla nuova linea tracciata dal vicepresidente Antonio Tajani, fortemente europeista e sempre più a braccetto con la sinistra buonista. Sul piano locale sono molto distante dai modi e dalle scelte dalla nuova dirigenza, formata alla corte di Roberto Formigoni e maturata nel centrodestra di Angelino Alfano.
Per compiere questo difficile passo ho scelto di attendere la conclusione del mandato istituzionale, per onorare la fiducia che gli elettori cremonesi mi hanno conferito. Ringrazio chi mi ha sempre sostenuto lealmente ed ha creduto fino alla fine nel mio operato.”

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Ciao Carlarberto, purtroppo é da qualche anno che Forza Italia non ha più un identita e non rispecchia più i valori per la quale era nata. Anche io ero un tesserato e lo sono stato per anni, era un bel mondo fino al 2011 poi… se guardi bene la mia foto, sai chi sono

  • Giamburrasca19

    Formigoni e’ in carcere e adesso abbiamo un candidato sindaco cattociellino che in barba agli insegnamenti di Don Giusssani firma contratti di alleanze dove si parla di applicare il modello asili e materne di Lodi anche a Cremona.
    A lei Sig. Ghidotti riconosco una rara onestà intellettuale oltre che una salda coerenza con il proprio pensiero politico.e mi complimento .saluti