Ultim'ora
8 Commenti

Gatti uccisi
a badilate: paura
a Persichello

Foto di repertorio

Gatti uccisi a forza di colpi inferti con furia, forse con un badile o un bastone: una vicenda dai contorni quasi horror, che si è purtroppo consumata nel territorio cremonese, e in particolare a Persichello. Il primo episodio risale a martedì scorso, quando una famiglia residente in via Mazzini ha trovato il proprio gatto con la testa fracassata. Il micio era uscito alle 18.45, ma è rientrato alle 19.15 in fin di vita. Inutile la corsa dal veterinario: purtroppo il felino non ce l’ha fatta. In un primo momento i proprietari avevano pensato a un incidente, ma secondo il veterinario si sarebbe trattato di un colpo inferto dall’alto.

Due giorni dopo, giovedì, anche l’altro gatto di casa ha subìto una sorte simile: era uscito intorno alle 12.45, ma è stato ritrovato privo di vita nel giardino poco più di mezz’ora dopo, stavolta con la milza spappolata. Anche in questo caso si sarebbe trattato di una badilata o una bastonata, inferta con estrema violenza. Due episodi agghiaccianti, che hanno gettato nel panico tutti i residenti della zona, molti dei quali proprietari di gatti e di cani.

La famiglia colpita ha sporto denuncia ai Carabinieri e ha segnalato la cosa alla Lav. “Vorremmo avvisare i residenti della zona di stare molto attenti ai propri animali domestici” commenta Maria Pia Superti, portavoce di Lav Cremona. “Vorremmo inoltre offrire una ricompensa a chiunque avesse visto qualcosa e potesse fornirci informazioni. Siamo determinati a identificare il responsabile di questo ignobile gesto”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti