Commenta

A Paneveggio torna
la pace al suono dei
violini cremonesi

Si è svolto oggi l’evento ‘I violini, le Voci delle Alpi’ in Val Venegia, la valle compresa nel Parco naturale Paneveggio – Pale di San Martino in Trentino colpita lo scorso aututnno da una violentà tempesta che aveva abbattuto migliaia di alberi. Il maltempo aveva colpito in modo particolari gli abeti utilizzati per la costruzione di violini, viole, violoncelli e contrabbassi e così, durante la presidenza italiana 2019 di Eusalp (ossia la strategia macroregionale alpina riconosciuta dalla Commissione Europea, che comprende 48 regioni di 7 Paesi dell’arco alpino), si è scelto di dare vita a questa iniziativa. Oltre ad una mostra di strumenti a Castrillir (comune di Predazzo) e ala riproduzione di una bottega di liuteria dove è stata data dimostrazione della costruzione da parte del Consorzio liutai ‘Stradivari’ di Cremona, alle 15.00 ha avuto luogo il concerto da parte dell’orchestra d’archi del Conservatorio ‘Monteverdi’ di Cremona, con la partecipazione di giovani artisti della Scuola Internazionale di Liuteria. Un concerto che ha reso onore ad una terra preziosa, anche se pesantemente colpita dalle avversità metereologiche e che, anche grazie a questa iniziativa promossa dalla Provincia autonoma di Trento e Regione Trentino Alto Adige, con il coordinamento di Regione Lombardia e la collaborazione del Museo del Violino di Cremona, ha iniziato a risollevarsi.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti