Commenta

Contest 'GenerAZIONEcreativa'
dell'Università Cattolica,
primo posto per il Manin

I primi due gruppi classificati: gli studenti del Manin e quelli dello Stanga

Si è svolta questa mattina, rigorosamente online, la premiazione del contest sull’innovazione “GenerAZIONEcreativa”, ideato e promosso dalle Facoltà di Economia e Giurisprudenza e dalla Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali del campus di Cremona dell’Università Cattolica, con il sostegno di Credito Padano. Vincitore è stato il Liceo Manin di Cremona (studenti Maria Clara Folli, Giacomo Bassi, Chiara Quintavalla, Paola Vacchelli delle classi 4 A Alic e 4 B Blic), coordinato dalla professoressa Rossella Russo, con il progetto ‘Go it green way’, un gioco a tema ambientale in cui sarà possibile ottenere, con il superamento dei vari livelli, monete virtuali. Autogestendosi economicamente attraverso le pubblicità, l’applicazione convertirà queste monete in denaro effettivo che verrà quindi distribuito in beneficenza a associazioni come WWF o SaveTheOcean.

Al secondo posto si è classificato il gruppo dell’Iis Stanga di Cremona (Carolina Lozza, Matteo Somenzi, Cesare Maugeri, Federico Frati, Pietro Pellizzoni – classe 4B), sotto la guida della professoressa Flaminia Cima, col progetto ‘Mainstreem corporation’, che punta alla creazione di una bioplastica, ecosostenibile per l’ambiente e biodegradabile. Il progetto è incentrato sull’impiego della pianta infestante Sorghum Halepense, comunemente detta sorghetta. Il processo per la realizzazione di questa bioplastica consiste nello sfruttare l’amido presente nelle cariossidi dell’infestante.

A conquistare il terzo posto è stato l’Iis Pacioli di Crema (Giulia Mapelli, Christian Mariani, Filippo Tommaso Polimeno, Gabriele Severgnini, Gabriele Biondi – classe 5 BTSP), sotto la guida del professor Dario Faccini. con il progetto ‘Life’s Clock’. Si tratta di un orologio salvavita impermeabile che permette di misurare il battito cardiaco e in caso rilevi un rischio di collasso per alcune patologie specifiche (come shock-anafilattico, asma, orticaria, bradicardia, tachicardia ecc…) inietta una dose minima di adrenalina.

Menzione speciale, infine, per l’originalità dell’idea, all’istituto Ghisleri (Eduard Ionut Gologan, Simranjit Kaur, Alessandro Antonini, Muskan Kaur – classe 4 ART), sotto la guida della professoressa Gloria Grazioli, con il progetto R.S Reflex Solution. Si tratta della realizzazione di uno specchio sulla cui superficie si posizionano dei sensori collegati ad una interfaccia incorporata che comunica con una memoria interna, dove vengono caricate e stoccate le principali caratteristiche e parametri fisici di una o più persone che poi vengono riconosciute tramite il riconoscimento del viso.

Scopo del contest, a cui hanno preso parte 154 studenti di quarta e quinta superiore delle scuole del territorio, era quello di coltivare e sviluppare l’attitudine a fare impresa a partire dalla scuola superiore. Un’iniziativa che ha rappresentato il momento conclusivo di un percorso di formazione sul tema dell’innovazione e creazione di impresa proposto alle scuole del cremonese dall’Università Cattolica, grazie al quale gli studenti hanno potuto imparare a sviluppare e presentare un progetto d’impresa: attraverso i 120 secondi di spot e una presentazione in Power Point i ragazzi hanno sintetizzato le idee sviluppate su un tema a scelta tra i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

La giuria era composta da: Roberto Baioni (vice direttore generale responsabile direzione affari di Credito Padano, Giorgio Bonoli  (direttore Confesercenti della Lombardia Orientale – sede territoriale di Cremona), Francesca Romagnoli – Responsabile Punto Nuova Impresa CCIAA Cremona – Servimpresa), Lorenzo Morelli (direttore DISTAS – UCSC Cremona), Fabio Antoldi (direttore Cersi – Ucsc Cremona), Massimo Rivoltini (presidente Confartigianato Cremona). I progetti vincitori hanno ricevuto dei buoni per la scuola, rispettiamente da 500 e s 250 euro, mentre tutti i componenti dei tre gruppi hanno ricevuto anche un voucher vacanza per due persone.

Il terzo gruppo classificato

© Riproduzione riservata
Commenti