4 Commenti

Uniti per Cremona, Renato
Crotti: 'Vige la presunzione
di innocenza'

“In relazione all’indagine in corso dell’Ufficio della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona, riferita all’associazione “Uniti per la provincia di Cremona”, volta ad accertare la commissione di eventuali reati, con riferimento, in particolare, a quanto appreso dai media locali, si ribadisce che in questa fase ogni prematura attribuzione di responsabilità penali, relative all’assunzione di decisioni e presunte operazioni illecite riferite al signor Renato Crotti, sono fuorvianti e gravemente lesive della sua reputazione, soprattutto alla luce del principio costituzionale della presunzione di innocenza”.

Sono le parole con cui la difesa di Crotti, indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa nell’ambito dell’inchiesta sui prelievi illeciti dal conto corrente di ‘Uniti per la provincia di Cremona’, interviene nella vicenda che lo riguarda, a una settimana dalla notizia dell’indagine.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Vanni Salomoni

    Certamente , nessun dubbio ci mancherebbe altro per ora siamo ancora in una democrazia che ha i poteri separati (i “pieni poteri” come chiedeva qualcuno non sono graditi ai più) . Quando ci saranno le sentenze però andranno rispettate . Solo una piccola nota : Cosa c’entrano con la Onlus “Uniti per la Provincia di Cremona” le false Società e fatture , le stufe porta a porta , i bar e locali notturni , le Muse di famiglia , la Didattica a distanza copia-incolla ….sarà da spiegare a qualcuno (le migliaia di donatori ignari di tutto ciò) senza scendere nei meandri investigativi o processuali . Per stare tranquillo io una automobile usata , per il momento , non la comprerei dal Signor Crotti .

    • Jeppetto

      Commento equilibrato, certo che di spiegazioni ce ne vorranno parecchie, però se ce l’ha fatta l’ex governatore della Lombardia… Io, per il momento, non compro neanche la bicicletta 😉

  • Andrea Ferrari

    La storia si ripete, invece di VERGOGNARSI si ritengono DIFFAMATI, Amen

  • grossoago figliodi

    A ledere la reputazione di Renato Crotti sembrerebbe sia stato solo Renato Crotti.