9 Commenti

Coronavirus, un nuovo
contagio sul territorio
Un morto in Lombardia

Un nuovo caso positivo al Coronavirus in provincia di Cremona, 71 in Lombardia, dove si registra anche un decesso: questi i dati diramati dalla Regione nella giornata di domenica. Aumentano Guariti e dimessi (+29), calano i ricoveri (stabili quelle in terapia intensiva, diminuiscono di 7 quelli in terapia non intensiva). A Sondrio si registrano zero contagi. Uno a Cremona, Lecco e Pavia.

Nelle altre province si registra un +20 a Milano, +13 a Mantova, +12 a Brescia, +6 a Como e Monza e Brianza, +5 a Bergamo e +2 a Varese.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Eugenio Rotelli

    Ancora male Mantova

    • Арсений

      Sono quasi tutti casi importati, quando non si controllano a dovere le frontiere questi sono i risultati.

      • carabinosonio

        Veramente dovrebbero essere tutti lavoratori stagionali verificati… che c’entrano le frontiere?

        • Арсений

          Scusi e quindi come si formano questi focolai? Dal nulla? E poi, cosa vuol dire verificati? Da chi? Diciamo la verità, sono persone arrivate senza alcun controllo in un paese diventato quasi covidfree dopo grandi sacrifici e che ora rischia di tornare alla casella di partenza in questo maledetto gioco dell’oca.

          • carabinosonio

            Si parlava di Mantova, giusto? Quindi ci si riferiva ai focolai dei macelli prima e dell’azienda agricola ora. In questi casi si tratta di lavoratori comunitari provenienti dall’est europa ma residenti sul territorio, almeno a quanto sostengono gli ispettorati del lavoro, le AST e gli stessi imprenditori. Quindi nulla c’entrano le frontiere… a meno che mi stiate dicendo che queste aziende usano il caporalato con lavoratori raccattati alla belle meglio alla frontiera con la compiacenza di tutti…

          • Арсений

            Una persona che viene da un paese dell’Est europa è uno straniero o no? Quindi si può dire che sono casi di importazione e che occorrono maggiori controlli o no?
            Siccome non siamo in URSS o in CINA dico e ripeto:
            Sono casi di importazione di STRANIERI non controllati a dovere… che le piaccio o no!

          • carabinosonio

            Quindi mi sta dicendo quello che ho scritto sopra? Che le aziende coinvolte fanno uso del caporalato e utilizzano stranieri clandestini e non lavoratori stranieri ma residenti sul territorio, come invece ci stanno ripetendo?
            Bene, raccolgo la sua testimonianza e la porto subito all’attenzione delle autorità competenti.
            P.S. la Cina e la Russia (l’URSS non esiste più da parecchio) non sono nella UE, mentre la Romania e la Bulgaria sì, che le piaccia o no!

          • Арсений

            La veda come vuole lei, ho di meglio da fare che rispondere alle sue idiozie. Buona giornata.

          • carabinosonio

            Sempre quella la risposta quando finisce lo specchio su cui arrampicarsi, eh…
            P.S. e la prossima volta tenga per sé stesso le offese gratuite, dato che le mie sono state fin da subito risposte civili e cortesi!